Mercato

Hotel in crisi ma gli asset in vendita non crescono

di Evelina Marchesini

default onloading pic

4' di lettura

Partiamo da un dato di fatto: il 50% del credito deteriorato del mercato italiano è garantito da immobili, di cui il 10% è rappresentato da edifici a destinazione turistico-ricettiva. Ne deriva, secondo una ricerca di Deloitte, che attualmente a disposizione dei potenziali investitori nel settore turistico ci sono ancora 13-15 miliardi in immobili e proprietà su cui far nascere nuovi progetti nel settore dell'ospitalità, a cui va aggiunta tutta una massa di asset con precario futuro creditizio che, pur non essendo propriamente hotel o agriturismi, potrebbero diventarlo.

Crediti deteriorati
La grave crisi in atto dovuta all’emergenza sanitaria e alle terribili restrizioni che soprattutto il settore turistico sperimenta sta rapidamente facendo crescere, a detta degli operatori, la quantità dei crediti bancari cosiddetti Utp (unlikely to pay) riferiti a alberghi e agriturismi, con una concentrazione su proprietà familiari e strutture a due e tre stelle. Eppure la valanga di immobili alberghieri che si temeva dovesse arrivare sul mercato al momento sembra non esserci. La convalida viene dagli ultimi dati di Idealista.it, ma anche dalle associazioni di settore: secondo Federalberghi molte strutture sono state ritirate dal mercato e molte altre non vi sono approdate perché una vendita alle condizioni di mercato attuale significherebbe un sacrificio del 50% in termini di valore. Decisamente troppo e chi può resiste.

Loading...

Gli hotel in vendita
I dati del network Idealista aiutano sicuramente a comprendere la situazione (tenendo presente che le strutture-gioiello e i grandi complessi passano per altri canali). Con 586 strutture alberghiere in vendita sul portale al dicembre scorso, la fotografia di Idealista evidenzia che non c'è stato un aumento degli asset in vendita rispetto al precedente dato di febbraio, anzi la variazione è stata del -1%. Il valore totale delle strutture che compaiono sugli annunci di Idealista è di 2,3 miliardi di euro.

L’hotel più costoso, tra gli annunci di Idealista, in Italia si trova a Venezia. Si tratta di una struttura di tre piani, per 6mila mq costruiti, in vendita per 99 milioni di euro. Andando a cercare il dettaglio dell’annuncio non si scopre molto di più, a parte che si trova in San Marco e ha 110 camere e si rimanda a un numero da contattare. Roma occupa la seconda piazza con un 5 stelle ubicato tra Piazza del Vaticano e il Colosseo, con 108 camere e 600 mq di attico per una richiesta di 98 milioni. Sul terzo gradino del podio c’era Milano con un edificio di 7 piani, con 170 camere, ma ora l’annuncio non è più attivo.

In Puglia è in vendita un intero resort turistico a Polignano a Mare (Ba), affacciato sulla spiaggia, che si estende su un’area costiera di circa 10 ettari, a 22 milioni di euro, con possibilità di espandere la struttura. Per gli amanti dell’esclusività si vende un hotel a 4 stelle, di nuova costruzione, a Portofino, 44 camere e 4 suite extra lusso per un totale di 5.550 mq e la richiesta è di 12 milioni (a fronte di perizia giurata di 14,4 milioni). A Roseto degli Abruzzi è in vendita per 14,9 milioni un residence/hotel di 4 piani a tre stelle, con ascensore, per un totale di 72 mini appartamenti, ristorante, piscina e spiaggia privata, nelle immediate vicinanze di ben tre parchi naturali.

Scendendo di molto con le cifre, nella richiestissima Matera è in vendita, a 6 milioni, un hotel di 65 camere con business center, discoteca, ristorante e sala ricevimenti. Ad Aci Castello (Catania) si vende una struttura di circa 2mila mq con piscine, stabilimento balnerare, sala ricevimenti, discoteca per 5 milioni. Si tratta solo di alcuni esempi dei tanti immobili a uso turistico i cui annunci appaiono sul network di Idealista.

A caccia di occasioni?
Acchiappare un sogno. Hotel a parte, c'è sempre la possibilità di realizzare il sogno dell’agriturismo in Toscana o in tante altre parti della bella Italia, anche per dedicarlo solo a se stessi e alla propria famiglia. Siamo così andati a selezionare nel dettaglio le offerte dei siti più blasonati e risulta esserci una ricca offerta anche nella fascia più abbordabile, ovvero tra i 500mila e un milione di euro. Ecco, di seguito, qualche esempio tratto dal sito www.romolini.com, specializzato in hotel, agriturismi, castelli e vigneti.

Sulle colline della Toscana, a breve distanza da Caprese Michelangelo (Ar) con una splendida vista sul lago di Montedoglio è in vendita una struttura che si può dedicare all’agriturismo, con 10 camere, 660 mq di interni, 5mila mq di giardino con piscina e annessi a 845mila euro. Per la stessa cifra si trova un tipico casale toscano ad Anghiari (Ar) di 330 mq e 6 camere e un giardino di 3.300 mq con una piscina a sfioro di 10x5. Con vista sulla campagna e sul centro storico di Arezzo si vende un casale in pietra di 7 camere per 445 mq e oltre 8mila mq di terra con una piscina panoramica 10 metri per 5 a 750mila euro. Sempre in provincia di Arezzo ma in collina, è in vendita un casale in pietra con 8 camere e 2mila mq di giardino recintato, con travi in legno e pavimenti in cotto e con necessità di ristrutturazione, a 530mila euro.

Insomma, da questi pochi esempi (ve ne sono molti altri) è facile intuire che di questi tempi si potrebbe comprare, con il costo di un appartamento centrale in città, una residenza da sogno in campagna, con grandi spazi e con la possibilità di adibirla, anche solo in parte, in attività ricettiva.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter RealEstate+

La newsletter premium dedicata al mondo del mercato immobiliare con inchieste esclusive, notizie, analisi ed approfondimenti

Abbonati