innovazioni

House4Crowd e Trusters alleate nel crowdfunding in Sardegna

Le due piattaforme puntano a raccogliere i capitali per aprire nel nord ovest sardo il Santina Resort & Spa, struttura alberghiera di 7.500 metri quadrati

di Davide Madeddu

default onloading pic

Le due piattaforme puntano a raccogliere i capitali per aprire nel nord ovest sardo il Santina Resort & Spa, struttura alberghiera di 7.500 metri quadrati


2' di lettura

Un milione di euro per supportare un progetto turistico in Sardegna nella zona del nord ovest. Il tutto attraverso la collaborazione di due piattaforme di crowdfunding immobiliare. SI tratta di House4Crowd, piattaforma di equity crowdfunding immobiliare autorizzata da Consob, e Trusters, piattaforma di lending real estate crowdfunding 100 per cento Made in Italy. Il progetto da finanziare è nel nord ovest sardo. Nello specifico si tratta del Santina Resort & Spa, struttura alberghiera di 7.500 metri quadrati che si inserisce nel Golfo dell'Asinara, nel borgo medievale di Castelsardo.

La struttura, che aprirà le porte nel 2021, è nella zona di Valledoria in un'area di “grande valenza naturalistica” con lunghe spiagge di sabbia bianca e un territorio che offre la possibilità di praticare molte attività. Inoltre, si trova in una posizione “strategica” per esplorare a costa settentrionale dell'isola ed è collegata con l'aeroporto di Alghero.

Loading...

Il resort prevede 78 camere, un centro benessere, un ristorante, un bar, piscina e spiaggia privata presso la baia della Ciaccia. Con il sistema di crowdfunding si interviene a integrazione del capitale in gran parte già investito dal promotore che ha rilevato il progetto immobiliare con un leasing di 7,5 milioni di euro da Sardaleasing e locato alla Garibaldi Hotels. Ottocentomila euro è l'obiettivo di raccolta su House4Crowd. Una cifra per ultimare i lavori della struttura e per gli investitori, che diventeranno soci, sono previsti ritorni del 7,81% in un anno. Quanto alla prospettiva, per chi poi decide di rimanere nella società altri tre anni, si prevede un ritorno tra il 13 e il 14 per cento. Trusters, che ha raggiunto i 200mila euro previsti per gli arredi del resort, invece ha chiuso la raccolta con un ritorno del 10% annuo.

«La cifra raccolta in pochi giorni con questa operazione conferma la grande potenzialità del progetto e soprattutto la fiducia degli investitori verso di noi che gestiremo la nuova struttura - commenta Fabrizio Prete, Direttore Generale di Garibaldi Hotels -. Abbiamo un ruolo chiave in questa operazione dovendone garantire la redditività e al tempo stesso una grande responsabilità verso i piccoli e grandi finanziatori». Quello che il manager definisce «uno dei progetti più importanti per il gruppo poiché siamo stati fin da subito parte attiva in tutte le fasi, dalla progettazione impiantistica, agli arredi, fino alla realizzazione. Puntiamo molto sul Santina Resort che si posizionerà nel segmento mid-scale per soddisfare una clientela medio-alta, dall'Italia e dall'estero, attenta ai dettagli e ai servizi di qualità».

Quanto poi agli sviluppi e al futuro: «Puntiamo, inoltre, sulla destagionalizzazione da una parte lavorando con gli stranieri, che siamo sicuri torneranno in Sardegna appena terminata questa emergenza sanitaria, dall'altra dotando il Resort di servizi extra come una SPA tra le più grandi della zona per favorire l'apertura fuori dai classici mesi estivi. Abbiamo pensato anche alle famiglie con unità abitative e servizi specifici dedicati».

Brand connect

Loading...

Newsletter RealEstate+

La newsletter premium dedicata al mondo del mercato immobiliare con inchieste esclusive, notizie, analisi ed approfondimenti

Abbonati