banche

Hsbc, nuova ondata di licenziamenti: a rischio in 10mila

Tagli in arrivo a Hsbc. Il gruppo bancario sta pianificando misure di riduzione dei costi, che potrebbero comportare 10mila licenziamenti

default onloading pic

Tagli in arrivo a Hsbc. Il gruppo bancario sta pianificando misure di riduzione dei costi, che potrebbero comportare 10mila licenziamenti


1' di lettura

Tagli in arrivo a Hsbc. Il gruppo bancario sta pianificando misure di riduzione dei costi, che potrebbero comportare 10mila licenziamenti, secondo quanto riportato dal Financial Times domenica. La nuova ondata di licenziamenti si aggiungerà ai circa 4mila esodi che la banca con sede nel Regno Unito ha annunciato ad agosto, in seguito all'uscita dal gruppo del ceo John Flint.

LEGGI ANCHE / Hsbc licenzia il Ceo Flint e taglia 4mila posti di lavoro

FT riporta, inoltre, che l'ultimo round di licenziamenti sarà destinato a ruoli ben pagati e ha sottolineato che molti tagli potrebbero arrivare in Europa, dove l'amministratore delegato ad interim Noel Quinn cerca di lasciare il segno nella società globale.

Hsbc sta attuando un piano per aumentare gli utili che si basa da una parte sulla riduzione dei costi, appunto, e dall’altra sulla crescita nell’area asiatica. Da sempre presente in Cina, Hsbc sta progressivamente spostando il proprio baricentro dall’Europa all’Asia. Non a caso nel primo semestre dell'anno l’80% degli utili pre-imposte sono stati generati proprio nei Paesi asiatici. L’annuncio sui nuovi tagli, ora, potrebbe arrivare alla fine del mese, in occasione del report sui risultati trimestrali

Hsbc non è l’unica a ridurre i ranghi. Molte banche europee tra cui Deutsche Bank, Societe Generale e Barclays stanno tagliando il numero dei propri dipendenti. I tassi di interesse negativi e il rallentamento dell'economia pesano sulle prospettive a medio termine di gran parte delle grandi banche internazionali.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti