PARTNERSHIP

Hublot vuole conquistare le nuove generazioni cinesi

di P.Gua.


default onloading pic
Disegnato dal Centro Stile Ferrari, questa versione del Classic Fusion Ferrari GT ha una particolare cassa in fibra di carbonio (500 esemplari). Prezzo: 26.900 euro

2' di lettura

Se già il 2018 si era chiuso con un +12% rispetto all’anno precedente, il primo trimestre del 2019 di Lvmh Watches & Jewelry si è aperto con un +4% sul 2018. Una parte importante di queste performance è dovuta a Hublot, brand nel bouquet del gruppo dal 2008 che ha bruciato le tappe diventando un marchio dall’orologeria molto caratterizzata con partnership importanti nel mondo del calcio, dell’arte, dell’automobilismo.

«L’anno scorso è stato storico per noi con una crescita double digit e con un’esposizione mediatica incredibile grazie alla nostra partecipazione come official timekeeper alla World Cup di calcio che si è svolta in Russia. Quest’anno posso già dire che i primi tre mesi confermano un’ulteriore crescita in doppia cifra rispetto allo stesso periodo del 2018» ha detto Riccardo Guadalupe, ceo di Hublot, a margine della presentazione milanese di Classic Fusion Garage Italia - modello esclusivo in 100 pezzi - presso Garage Italia, uno spazio officina (con bistrot) ideato da Lapo Elkann per customizzare auto, moto e barche, con cui la maison svizzera ha recentemente iniziato una partnership.

«Sono ancora più fiducioso per il futuro - continua Guadalupe -. E per un semplice motivo: a differenza di molti altri brand orologieri, per noi il mercato cinese non è ancora il più grande. In Cina siamo in fase di crescita e stiamo lavorando per ampliare la nostra posizione anche perché credo che le nuove generazioni di cinesi vorranno avere al polso modelli diversi e cercheranno orologi come i nostri con casse interamente in vetro zaffiro o in ceramica rossa o dei modelli Ferrari».

Proprio la partnership con il Cavallino Rampante è il grande focus del brand svizzero per quest’anno, anche in virtù del lancio della nuova collezione Classic Fusion Ferrari Gt con la particolare cassa rotonda che ha una parte centrale che sembra quasi sospesa nel vuoto ma che è collegata a quella più esterna da una serie di ponti.

«È un modello dal design completamente inedito - spiega Guadalupe -. progettato direttamente dal Centro Stile Ferrari. L’idea era di reinventare in chiave contemporanea la classica cassa tonda. Penso che ci siamo riusciti. Gli ordini dei negozianti sono stati molto alti. Ora bisogna vedere come reagirà il mercato».

La nuova collezione Ferrari è stata presentata all’ultima Baselword. «Non è mancato nessuno dei nostri partner tra retailer, agenti e distributori o dei media. Certo è mancato un 30% del pubblico, ma è abbastanza chiaro che i visitatori spesso vengono per sognare e raramente sono i nostri clienti finali. Quindi, a livello professionale siamo soddisfatti. Al di là di tutto un momento di aggregazione per l’industria è necessario. Il digitale è bello e veloce, ma che sia a Basilea o a Ginevra, è importante incontrare fisicamente almeno una volta l’anno le persone».

Dopo Milano con Garage Italia, Guadalupe sarà certamente a Roma il prossimo giugno per inaugurare «Una nostra boutique a Roma, in Piazza di Spagna».

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...