AnalisiL'analisi si basa sulla cronaca che sfrutta l'esperienza e la competenza specifica dell'autore per spiegare i fatti, a volte interpretando e traendo conclusioni al servizio dei lettori. Può includere previsioni di possibili evoluzioni di eventi sulla base dell'esperienza.Scopri di piùa Francoforte

Hugo Boss giù in Borsa: vendite Usa e scontri Hong Kong pesano

Il gruppo tedesco ha rivisto al ribasso le stime sui risultati 2019 alla luce di un terzo trimestre deludente in particolare per il calo della domanda in Nordamerica, sia dei clienti locali sia dei turisti

di Andrea Fontana

default onloading pic

1' di lettura

Stati Uniti e Hong Kong sono i due mercati che hanno fatto soffrire Hugo Boss nel terzo trimestre e le indicazioni arrivate da Metzingen, sede della quasi centenaria casa di moda, stanno facendo scivolare pesantemente il titolo alla Borsa di Francoforte. Le azioni Hugo Boss sono arrivate a perdere oltre il 7% dopo che il gruppo della moda ha annunciato ieri sera risultati preliminari del III trimestre deboli accompagnandoli con una revisione degli obiettivi di fine anno.

Abbassate le previsioni per il 2019
Le vendite, i cui numeri definitivi verranno diffusi il 5 novembre, sono rimaste sui livelli dell'esercizio precedente intorno a 720 milioni di euro mentre l'utile operativo è sceso a 80 milioni dai 92 di un anno fa. Tra i fattori negativi, l'azienda cita il deterioramento del mercato nordamericano, sia nella domanda dei locali sia in quella dei turisti, a cui si è aggiunto l'impatto delle manifestazioni e degli scontri a Hong Kong. Per l'intero 2019 ora Hugo Boss si aspetta un incremento "low single digit" (quindi intorno all'1-2%,) da "mid-single digit" indicato precedentemente, e un utile operativo di 330-340 milioni (347 milioni il risultato di un anno fa).

Langer: «Obiettivo resta margine operativo netto a 15%»
«Nonostante le maggiori incertezze macroeconomiche che stiamo affrontando, restiamo focalizzati sull'esecuzione delle nostre iniziative strategiche - ha commentato il ceo del gruppo Mark Langer - Il miglioramento strutturale della nostra profittabilità gioca un ruolo decisivo a questo proposito e noi confermiamo l'obiettivo di medio termine di un margine operativo (utile operativo sui ricavi, ndr) del 15%».

(Il Sole 24 Ore Radiocor)

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...