Asia

Hyundai, 70 miliardi di euro di investimenti entro il 2030

Il gruppo sud coreano sfida i grandi marchi con 17 modelli elettrici nei prossimi otto anni. La società ha l’obiettivo di conquistare una quota di mercato pari al 7% delle vendite globali

di Giulia Paganoni

Model Year 2023. Hyundai ha aggiornato ioniq 5, il suo suv elettrico di fascia medio alta. Ora ci sono retrovisori digitali e soprattutto una batteria da 77,4 kWh e sospensioni migliorate per aumentare il comfort di guida e l'handling

3' di lettura

Diciassette modelli elettrici previsti entro il 2030. Hyundai Motors (che controlla anche Kia) punta in alto e sfida i player di grande blasone potenziando l’immagine di car maker innovativo evidenziata a fine 2021 quando la casa coreana svelò al salone di Salone di Los Angeles la show car Seven che apre un nuovo capitolo stilistico e tecnologico per il marchio sud-coreano.

A fare il punto della situazione è stato il presidente e ceo Hyundai, Jaehoon Chang, che insieme ad altri dirigenti, durante l’investor day 2022 di inizio marzo, ha presentato la strategia per il futuro del marchio e gli obiettivi da raggiungere entro il 2030. La roadmap di Hyundai prevede non solo il rafforzamento della gamma 100% agli ioni di litio (di cui sono previsti 17 modelli: 11 a marchio Hyundai e 6 Genesis), ma anche l’ottimizzazione della capacità produttiva e una maggiore competitività hardware e software. Infatti, secondo il piano, l’azienda mira a incrementare le vendite globali annuali di Bev a 1,87 milioni di unità e ad assicurarsi un livello del 7% di quota di mercato globale entro il 2030. I veicoli in arrivo includeranno tre berline, sei suv, un veicolo commerciale leggero e una nuova tipologia di modello.

Loading...

Si chiama Seven, al momento è un prototipo, ma anticipa il prossimo suv elettrico Ioniq 7. Lo stile esaspera

Nell’occasione, sono stati anche presentati gli obiettivi finanziari a medio e lungo termine. La società ha stanziato 95,5 trilioni di Krw (71,1 miliardi di euro) di investimenti per le attività future entro il 2030, inclusi 19,4 trilioni di Krw (14,5 miliardi di euro) per l’elettrificazione e 12 trilioni di Krw (8,9 miliardi di euro) dedicati a funzionalità software. Come anticipato, una svolta è la show car Seven presentata a Los Angeles (appartenente al marchio Ioniq dedicato ai veicoli elettrici) che apre un nuovo capitolo sia in termini di design che di tecnologie adottate sui prossimi modelli a ruote alte firmati Hyundai. Alla base di Seven c’è il pianale E-Gmp (Electric-Global Modular Platform) di Hyundai, un’architettura realizzata ad hoc per il modelli Bev (Battery Electric Vehicle).

Le caratteristiche principali di questo pianale sono il passo lungo (per avere più spazio per le ginocchia dei passeggeri posteriori) e il pavimento piatto. A livello stilistico, Seven ha una silhouette aerodinamica particolare ed essenziale. Negli interni, lo spazio è modulare e questo permette diverse conformazioni degli interni. Passando alle prestazioni, Seven è accreditata per avere un’autonomia di oltre 480 km e, in situazioni reali con caricatore da 350 kW, è in grado di caricare dal 10% all’80% in soli venti minuti. Anche il primo modello della gamma basato sull’architettura E-Gmp, la Ioniq 5, si aggiorna con il model year 2023 che porta in dotazione una nuova batteria da 77,4 kWh. Importante novità per la batteria, la funzione condizionamento che permette di adattare automaticamente la temperatura della batteria durante il viaggio, per garantire condizioni di ricarica ottimali quando si raggiunge il punto di ricarica. La funzione si attiva automaticamente quando un punto di ricarica viene inserito nel sistema di navigazione del veicolo, utilizzando il percorso collegato.

Tra le dotazioni inedite: gli specchietti digitali interni ed esterni con videocamera. Il Digital Centre Mirror (Dcm) ottimizza la visibilità fornendo una visuale posteriore panoramica, grazie alla telecamera Dcm installata sotto lo spoiler posteriore. Ioniq 5 model year 2023 sarà disponibile in Europa dalla seconda metà dell’anno. Infine, la gamma motori di Bayon si allarga, accogliendo la versione Gpl con motore 1.2 litri da 82 cv che permette di raggiungere i 650 km di autonomia grazie ai 47 litri del serbatoio.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti