PROPULSORI

Hyundai: arriva il nuovo motore con tecnologia CVVD

di Danilo Loda

default onloading pic


2' di lettura

Hyundai, prima al mondo, ha sviluppato una nuova tecnologia applicabile al motore a benzina che prende il nome di Continuously Variable Valve Duration (CVVD) e che sarà proposta sulle nuove auto del gruppo. Il primo propulsore a godere di tale tecnologia è lo SmartStream G1.6 T-GDI.

La tecnologia CVVD si basa sulla possibilità di controllare la durata dell'apertura e chiusura delle valvole quando non si necessitano altre prestazioni nella guida. Grazie a questo, secondo Hyundai, si ottiene un 4% di incremento delle performance, ma con una riduzione del 5% dei consumi che equivalgono a 12% in meno di emissioni.

Le tecnologie applicate alle valvole non sono una novità: ad oggi sono già applicate la tecnologia CVVT (Continuously Variable Valve Timing) che agisce sulle tempistiche di apertura e chiusura delle valvole e la CVVL (Continuously Variable Valve Lift) che controlla la corsa delle stesse. Entrambe però non consentono di modificare la durata di apertura delle valvole e non si adattano alle diverse condizioni di guida. Ad esempio quando si procede a velocità costante, e non si necessità di particolare potenza da parte del motore, il sistema CVVD apre la valvola di aspirazione solo fino a metà del ciclo di compressione, per poi chiuderla quando si giunge alla fine dello stesso. In questo modo si migliora l'efficienza de carburante, andando in pratica a minimizzare la resistenza causata dalla compressione. Quando serve potenza, la valvola si chiude all'inizio del ciclo di compressione per aumentare la massa di aria che viene usata per la compressione, aumentando di fatto, in questo modo, i valori di coppia.

Come detto il primo motore a utilizzare questa tecnologia sarà il Smartstream G1.6 T-GDi, un turbo-benzina a quattro cilindri in linea da 180 CV e 265 Nm di coppia. Oltre alla tecnologia CVVD, il nuovo propulsore vanta un sistema di ricircolo dei gas di scarico a bassa pressione (Low-Pressure Exhaust Gas Recirculation - LP EGR) che in pratica riconduce parte dei gas di scarico dentro la camera di combustione, riducendo in questo modo le temperature e l'emissione di NOx. Nuovo anche il sistema di iniezione diretta che raggiunge i 350 BAR contro i 250 dei precedenti motori T-GDI.

Il motore SmartStream G1.6 T-GDI debutterà ufficialmente sulla nuova Hyundai Sonata Turbo, che arriverà sul mercato nella seconda metà del 2019. Lo stesso sarà poi proposto su diversi modelli di auto Kia e Hyundai.

Riproduzione riservata ©
Per saperne di più

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti