CITYCAR / GINEVRA 2020

Hyundai i20, cambia tutto: ecco la nuova generazione mild hybrid

La cinque porte coreana sarà inizialmente esposta al prossimo Salone di Ginevra, ma sarà in vendita nei prossimi mesi con prezzi ancora da definire. Da segnalare il debutto delle motorizzazioni elettrificate.

di Corrado Canali

default onloading pic

La cinque porte coreana sarà inizialmente esposta al prossimo Salone di Ginevra, ma sarà in vendita nei prossimi mesi con prezzi ancora da definire. Da segnalare il debutto delle motorizzazioni elettrificate.


2' di lettura

La Hyundai i20 si rinnova. Design, dotazioni, sicurezza e soprattutto l'arrivo della elettrificazione sono gli elementi principali del nuovo progetto che trasforma la vettura rispetto al modello che va a sostituire. Ridisegnata radicalmente la terza generazione della i20 segue il nuovo linguaggio Sensuous Sportiness che si ritroverà anche nel rinnovo della i30. Il risultato si nota dal taglio dei gruppi ottici prolungati sulla fiancata e dai nuovi fari uniti con la grande mascherina anteriore, ma anche dalle ampie prese d'aria frontali. Originale anche la zona del montante dietro, dove ora un elemento lucido chiude la linea di cintura e si collega al portellone oltre che all'elemento aerodinamico scuro.

Cambiano le dimensioni complessive
Ma a cambiare sono le proporzioni generali, visto che la i20 è più bassa di 24 mm e più larga di 30 mm, mentre il passo è cresciuto di 10 mm, mentre la lunghezza totale è superiore di soli 5 mm per 4,04 metri totali. Il bagagliaio aumenta di 25 litri la capacità fino a 351 litri totali. La possibilità di abbinate le dieci colorazioni esterne con il tetto nero a contrasto aggiunge infine un'ulteriore possibilità di personalizzazione.

Interni sempre innovativi
Innovativi gli interni visto che offrono dotazioni al top del settore. Con l'utilizzo di due display da 10,25 pollici per strumentazione e infotainment, la plancia assume uno stile più importante. La forma del volante e le linee che uniscono le bocchette di areazione, poi, creano un ambiente unico per Hyundai. Sono previste inoltre personalizzazioni cromatiche per i vari elementi dell'abitacolo e non mancano dotazioni di ultima generazione come la compatibilità wireless per gli standard Apple CarPlay e Android Auto e la ricarica induttiva.

Funzioni evolute per l'infotaiment
L'infotainment offre anche l'integrazione con l'impianto audio Bose con sette diffusori e con i servizi connessi del pacchetto Bluelink che includono le informazioni sul traffico, sui parcheggi e sui costi del carburante forniti da TomTom, ma anche le previsioni del meteo, la posizione degli autovelox, i comandi vocali basati su cloud e la connessione remota tramite una App. Molto completa di assistenti alla guida di serie o in opzione grazie al pacchetto SmartSense che include il Forward Collision-Avoidance Assist con riconoscimento di pedoni e ciclisti, lo Smart Cruise Control collegato con le mappe di navigazione e altri Adas.

Debuttano le motorizzazioni elettrificate
Quanto all'offerta motori per ora la gamma è limitata a due benzina, ma è stata annunciata per la prima volta l'introduzione delle varianti elettrificate. Oltre al quattro cilindri 1.200 cc aspirato da 84 cv con cambio manuale a cinque marce che è l'entry level della gamma, si trova infatti il 3 cilindri di 1.000 cc T-GDI da 100 e 120 cv, a cui si potrà abbinare il pacchetto “mild hybrid” a 48 Volt proposto di serie sul 120 cv e in opzione sul 100 cv. Si potranno scegliere le versioni ibride sia col cambio automatico a doppia frizione 7 marce o col nuovo 6 marce manuale. Per ora Hyundai non ha diffuso altri dati, lo farà al momento della presentazione all'ormai prossimo Salone dell'automobile di Ginevra.

Riproduzione riservata ©
Per saperne di più

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...