Tecnologia

Hyundai inventa la metamobilità al Ces 2022 di Las Vegas

Il marchio coreano ha presentato una visione pionieristica nell’uso della robotica sia nel mondo reale sia nel metaverso

di Giulia Paganoni

3' di lettura

Al Ces 2022 di Las Vegas, in programma dal 5 al 7 gennaio, Hyundai ha voluto focalizzarsi sul concetto di Expanding Human Reach, ovvero su come il business della robotica dell’azienda guiderà il cambiamento di paradigma verso la mobilità del futuro, andando oltre i mezzi di trasporto tradizionali per soddisfare il desiderio di libertà di movimento illimitata per l'umanità. Punto cruciale è la robotica, una parte essenziale della trasformazione della casa automobilistica Hyundai in fornitore di soluzioni di mobilità smart. Infatti, con l'acquisizione di Boston Dynamics, un innovatore nel settore, Hyundai ha perfezionato la sua attenzione sul progresso della robotica per migliorare la vita delle persone attraverso una serie di soluzioni di mobilità.

Robotica e mobilità: due concetti complementari

L’azienda vede la robotica e la mobilità come complementari, in quanto una accelera lo sviluppo dell’altra e viceversa. Insieme formano una combinazione sinergica che aggiungerà valore al business e guiderà il progresso per l’umanità, a partire dall’ecosistema Mobility of Things (MoT) basato appunto sulla robotica.

Loading...

A sostegno della sua visione futura sulla robotica e sulla mobilità, l’azienda ha rivelato il suo nuovo concetto di Metamobility, che va oltre le possibilità umane, con l’obiettivo di sperimentare una connessione fra smart device e metaverso che espanderà il ruolo della mobilità alla realtà virtuale (Vr), permettendo infine alle persone di superare i limiti fisici del movimento nel tempo e nello spazio.

Hyundai ha anche illustrato la sua visione di come i robot agiranno da collegamento tra il mondo reale e gli spazi virtuali, consentendo agli utenti di apportare modifiche nel metaverso in grado di avere un riflesso nella realtà.

L’azienda prevede che le distinzioni tra le mobilità del futuro saranno sfumate, grazie all’ulteriore sviluppo della tecnologia robotica, come l’AI e la guida autonoma. Diversi mezzi di mobilità, tra cui automobili e Urban Air Moblity (Uam), verranno utilizzati anche come dispositivi intelligenti per l’accesso alla piattaforma metaverso, ovvero gli spazi virtuali. Mentre la robotica agirà come mezzo collegare il mondo virtuale e quello reale.

Nuovi immaginari anche per la gestione della produzione

La connessione metaverso-robot permetterà all’utente di guidare un robot nel mondo reale, come in una smart factory. Questo permetterà un modello digitale di prossima generazione per la gestione degli impianti e la produzione, consentendo agli specialisti di connettersi da remoto a tutte le macchine e agli strumenti all’interno della fabbrica e di eseguire compiti a distanza, attraverso una connessione fisica diretta che utilizzi robot e Vr.

Robot che portano persone e cose oltre ogni immaginazione e limite

Hyundai ha inoltre presentato le sue piattaforme modulari Plug & Drive (PnD) e Drive & Lift (DnL) come soluzioni all-in-one per il suo ecosistema di Mobility of Things (MoT) senza limiti, dove gli oggetti normalmente inanimati, dai piccoli manufatti agli spazi comuni, potranno muoversi utilizzando le tecnologie robotiche dell’azienda.

Il nuovo modulo PnD è rappresentato da una piattaforma robotica a ruota singola che combina sterzo intelligente, frenata, trazione elettrica e un hardware di sospensioni che può essere scalato in alto o in basso, per qualsiasi scopo, dimensione o applicazione. I sensori Lidar e della telecamera permettono a un oggetto abilitato PnD di muoversi autonomamente.

Hyundai ha anche mostrato la piccola piattaforma di mobilità MobED (Mobile Eccentric Droid) che utilizza il modulo DnL, un meccanismo a ruota eccentrica, che combina sistemi di guida, sterzo e freno in una sola piattaforma. Con il DnL montato su ciascuna ruota, MobED può sollevare e abbassare la piattaforma, in modo che il corpo possa rimanere in piano mentre MobED attraversa terreni irregolari o ingombri bassi come gradini o dossi.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti