SICUREZZA

Hyundai richiama oltre 25 mila auto elettriche Kona elettrica per rischio di incendio alle batterie

L'iniziativa del brand coreano è venuta dopo una precisa richiesta del ministero dei trasporti della Corea del Sud. Ma le cause vanno anche individuate nella conclamata difettosità delle celle agli ioni di litio prodotte da LG Chem. Problemi anche per Ford Kuga Phev

di Corrado Canali

default onloading pic
(Stefan Anker)

L'iniziativa del brand coreano è venuta dopo una precisa richiesta del ministero dei trasporti della Corea del Sud. Ma le cause vanno anche individuate nella conclamata difettosità delle celle agli ioni di litio prodotte da LG Chem. Problemi anche per Ford Kuga Phev


2' di lettura

Hyundai Motor ha deciso di richiamare con misuravolontaria i modelli elettrici della gamma Kona sulla base di un possibile cortocircuito dovuto a quella che potrebbe essere una fabbricazione difettosa delle sue celle della batteria ad alta tensione inconveniente che può rappresentare un rischio di incendio. Sono stati documentati in tutto circa 13 episodi di incendio che hanno coinvolto le versioni alla spina del suv compatto di punta della casa coreana.

A partire dal 16 ottobre il richiamo che include aggiornamenti software e sostituzioni della batteria dopo le ispezioni, coinvolge 25.564 veicoli elettrici Kona EV prodotti tra settembre 2017 e marzo 2020. Si tratta di un richiamo di sicurezza al seguito di una possibile produzione difettosa di batterie ad alta tensione utilizzate dalle Kona a batteria che potrebbero aver contribuito agli incendi segnalati – ha spiegato una fonte interna a Hyundai - aggiungendo che metterà a punto tutte le misure necessarie per identificare la causa dell'incendio.

Loading...

In pratica è stato richiamato un quarto dei modelli prodotti, Infatti il suv compatto 100% elettrico di Hyundai, a giugno, ha superato il traguardo delle 100.000 unità vendute a livello globale. A due anni dal lancio avvenuto nel marzo del 2018, le vendite totali di KONA Electric hanno raggiunto 103.719 unità. Le vendite al di fuori del mercato coreano rappresentano oltre i 3/4 delle vendite totali. Kona Elettric monta, a seconda delle versioni, un elettromotore ada 150 kW (204 CV) o da 100 kW (136 CV), con una coppia massima di 395 Nm erogat. Due le varianti con batteria a agli ioni di litio da 64 kWh o 39,2 kWh

Le Kona utilizzano batterie prodotte da LG Chem, uno dei grandi player del mondo delle batterie. Il produttore ha affermato che la causa esatta dell'incendio non è stata ancora determinata con esattezza.

Le azioni di Hyundai dopo la diffusione delle prime notizia sono diminuite dell'1,4%, riflettendo la preoccupazione degli investitori che il ritiro e la sostituzione della batteria potrebbero essere costosi, poiché la batteria rappresenta circa il 30% del prezzo di un veicolo elettrico. Al contrario, le azioni LG Chem sono aumentate dell'1,8%.

Lo scorso luglio, Hyundai aveva annunciato un piano in base al quale il gruppo, compresa la consociata Kia, intendono vendere un milione di veicoli elettrici nel 2025, puntando a garantirsi il 10% della quota di mercato a livello globale di veicoli a batteria.

Le batterie infine stanno dando problemi anche a Ford che ha richiamato 20mila Kuga Plug-in Hybrid per rischio incendio alle batterie, questa volta prodotte da Samsung Sdi

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti