tecnologia

Hyundai rilancia sui motori termici: più rendimento e meno emissioni mentre arrivano nuovi ibridi

di Cesare Cappa

default onloading pic


2' di lettura

In un epoca in cui l'elettrico vorrebbe fare la rivoluzione, c'è chi ancora crede nel valore e nel potenziale dei motori a combustione interna. Il gruppo Hyundai non rinuncia di certo ad ibrido, fuel cell e ovviamente elettrico, ma presenta una serie di tecnologie che alimentano letteralmente il rendimento dei propulsori endotermici. Una strategia che ha un nome e un cognome, Smart Stream, che fa capo ad una nuova generazione di propulsori e trasmissioni, che avranno certamente un ruolo di primo piano anche ambito plug-in.

Le informazioni che arrivano della Corea del Sud sono ridotte ai minimi termini. Quindi l'unico dato certo è che le nuove motorizzazioni impiegheranno un sistema denominato Cvvd, ossia Continuously Variable Valve Duration. Ovvero un dispositivo in grado di regolare costantemente l'apertura e la chiusura di ogni singola valvola (sia essa d'aspirazione o di scarico). La cubatura delle prime unità Smart Stream sarà di 1,6 litri. Una cilindrata ricorrente anche nell'attuale famiglia Gamma. Una serie di propulsori presente all'interno del Gruppo come quella denominata invece Kappa.

Di fatto questa tecnologia, fatto coppia con il nuovo cambio a doppia frizione a 8 rapporti, dovrebbe garantire un'efficienza di circa il 50%. Un valore decisamente elevato trattandosi di propulsore endotermico. Entro il 2022 la famiglia Smart Stream annovererà 10 nuovi motori e 6 nuove trasmissioni. Una vera dichiarazione d'intenti senza però rinunciare ad elettrico, ibrido plug-in e fuel cell. Che di fatto sono parte di quella strategia che entro il 2020 vedrà un'armata di ben 31 modelli a basso impatto ambientale marchiati Hyundai Motor Group (di cui Kia è parte).

In tema di numeri e strategie la corsa verso un mondo ad emissioni sempre più ridotte è ben rappresentata da quanto accadrà nel 2025. Anno in cui dovrebbe debuttare una nuova generazione di veicoli a celle combustibili, capaci di un'autonomia di 800 km, partendo da una potenza di 163 cavalli. Un range così elevato grazie al fatto che avrà un serbatoio di stoccaggio tra i più alti mai realizzati per un veicolo di questo genere.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti