Mobilita e Tech

Hyundai utilizza la realtà virtuale per lo sviluppo dei nuovi modelli


default onloading pic

1' di lettura

Le auto si sono trasformate da semplici mezzi di trasporto a vere e proprie estensioni degli spazi in cui viviamo, quasi come delle seconde case. Presso lo Hyundai Motor Europe Technical Center (HMETC) i designer del
brand si stanno adattando a questi cambiamenti integrando la realtà virtuale nel processo di sviluppo dei veicoli. Il procedimento tradizionale per disegnare un'auto si divide in numerosi passaggi, tra cui anche la costruzione di modelli fisici in argilla che, per visualizzare design
diversi tra loro, richiedono tempistiche molto lunghe. In questo modo quando un modello viene scartato i designer devono ricominciare il processo da zero, impiegando molto tempo e aumentando i costi. Grazie alla realtà virtuale invece HMETC può iniziare a comprendere e percepire le forme interne ed esterne dei prodotti ancora prima che vengano
realizzati materialmente i modelli. A dieci anni dalla prima idea di Virtual Seat Buck oggi la tecnologia Hyundai ha raggiunto un livello tale da permettere ad HMETC di sviluppare vetture in modo più efficiente e adattabile alle esigenze. Virtual Seat Buck porta con sé numerosi benefici: il primo è permettere una visualizzazione rapida dei dati di design, come
anche delle varianti di colori e allestimenti già nelle prime fasi dello sviluppo.
Questi dati vengono condivisi in tempo reale con gli ingegneri così fa facilitare un dialogo costante tra i due dipartimenti. Virtual Seat Buck è in grado di effettuare comparative rapide, e ogni volta che un nuovo avanzamento viene salvato sul cloud, questo può essere lavorato in
maniera continuativa da diversi dipartimenti a livello globale.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...