MEMBERS EXCHANGE

I big di Wall Street sfidano Nyse e Nasdaq con Members Exchange, una Borsa a basso costo

L’ingresso della Borsa di New York (Afp)

1' di lettura

Le più grandi società finanziarie di Wall Street sfidano Intercontinental Exchange (Ice), il proprietario del New York Stock Exchange, e il Nasdaq con il lancio di un nuovo exchange azionario rivale e a basso costo. Si chiama Members Exchange, o MEMX.

Nove gruppi tra cui Morgan Stanley, Fidelity Investments e Citadel Securities lo controlleranno insieme agli altri fondatori: Bank of America Merrill Lynch, UBS, Charles Schwab, E-Trade, TD Ameritrade e Virtu Financial. Con sede a New York, MEMX intende fare domanda alla Securities and Exchange Commission per diventare una Borsa valori a tutti gli effetti.

Loading...

Come spiegato in una nota, la missione di MEMX è quella di aumentare la competizione, migliorare la trasparenza, ridurre ulteriormente i costi fissi e semplificare il trading nell'azionario Usa. Douglas Cifu, Ceo di Virtu Financial, ha detto che «i membri fondatori di MEMX hanno l'obiettivo comune di migliorare i mercati per gli investitori retail e istituzionali. Il lancio di MEMX è la prova della domanda di competizione, innovazione e trasparenza».

Il titolo Ice cede il 3% e quello di un altro exchange, il Nasdaq, lascia sul terreno il 2,9 per cento.

L’iniziativa si concretizza dopo che per anni broker e trader di Wall Street hanno lamentato l’eccessivo costo delle commissioni sulla piazza finanziaria americana per l’utilizzo delle piattaforme di scambio.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti