ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùUnited Brands

I campionari sneakers rinnovano il look con i creativi di Vigonza

Il progetto

di Valeria Zanetti

2' di lettura

La moda diventa ogni giorno più sostenibile e interessata alle buone pratiche di riciclo e di upcycling, temi cari a molti brand, che affrontano il presente in modo sempre più consapevole. Con lo scopo di dare nuova vita a capi, calzature ed accessori attraverso un processo creativo, vengono varati tanti progetti. Tra questi, Remix nato dalla sinergia tra United Brands Company, leader nel settore delle calzature sportive e licenziataria del marchio Benetton con sede a Quinto Vicentino e il Politecnico Calzaturiero di Vigonza, nel Padovano, due realtà venete alleate contro gli sprechi.

Ubc, specializzata nella produzione di sneakers, ha fornito agli studenti del Politecnico i campionari delle stagioni primavera-estate 22 e autunno-inverno 22/23. Si tratta di prodotti e materiali solitamente destinati al macero, che invece sono finiti in mano agli aspiranti stilisti, ai quali è stato chiesto di disegnare e realizzare nuove calzature. La materia prima donata era costituita da scarpe, accessori come lacci, patch, etichette, e fondi marchiati Vibram, basi di partenza che Benetton ha messo a disposizione dei giovani coinvolti nel progetto. Agli studenti non sono stati imposti vincoli o limitazioni, l’unica richiesta è stata di dare libero sfogo alla personale creatività e di fornire nuove interpretazioni allo stile Benetton. Il talento dei giovani stilisti ha consentito di creare calzature dai modelli inediti, pronte per essere indossate nella vita di tutti i giorni.

Loading...

Sneakers, scarponcini e stivali lunghi sono approdati il mese scorso al Micam di Milano, dove sono state presentate le collezioni per la prossima primavera-estate. Le creazioni più originali sono state premiate, nel corso della fiera della calzatura dimostrando ancora una volta come sia possibile coniugare l’estetica con l’etica del prodotto. Soprattutto è stato diffuso «un messaggio fondamentale per la società contemporanea: quello del riutilizzo come unica strada alternativa allo spreco», precisano da Ubc.

Intanto crescono in regione i marchi del fashion che hanno fatto della sostenibilità una bandiera. Sempre nel segmento delle calzature, si conta, ad esempio, il veneziano Wao che dal 2018 produce sneakers green e riciclabili al 100%, oltre che animal free, utilizzando materiali come Econyl, derivato dal riciclo della plastica, scarti industriali, tappeti e reti da pesca recuperate dai fondali marini, la canapa - la fibra più sostenibile in assoluto - o il cotone biologico e la gomma riciclata per le suole. Tutti materiali non trattati con sostanze chimiche.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti