ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùSerie limitata

I capolavori del Louvre diventano opere d'arte da polso

L'antico Egitto, l'impero persiano, la Grecia ellenistica, la Roma imperiale: quattro civiltà e altrettanti simboli protagonisti di quattro orologi speciali.

di Paco Guarnaccia

Sono quattro gli orologi Métier's D'Art, ognuno a sua volta prodotto in cinque esemplari. Da sinistra il modello con la Grande Sfinge di Tanis, quello con la Nike di Samotracia, il modello quello con il busto di Augusto e infine quello con il Leone di Dario.

2' di lettura

Dove è possibile ammirare oltre 35 mila opere d'arte (che potrebbero essere 18 volte tanto, se si considerano anche quelle non esposte) in uno spazio di 86 mila mq? La risposta è una sola: nel Museo del Louvre di Parigi, il più grande e ricco di capolavori del mondo. Una volta entrati, si ha l'imbarazzo della scelta tra tutto quello che c'è da vedere nelle tre ali (Sully, Denon e Richelieu), distribuite su quattro piani. Si può spaziare tra i tesori di civiltà antiche come quelle dell'Antico Egitto, della Mesopotamia, della Grecia Antica, oppure perdersi tra i capolavori del Rinascimento italiano e francese, ed ammirare, su tutti il quadro più famoso del mondo, la Gioconda di Leonardo da Vinci, oppure una ricca collezione di pittura del Nord Europa.

Il modello con il busto di Augusto ha la cassa in oro bianco e al centro del quadrante mostra un fregio inciso a mano con sfondo in smalto e micro mosaico in pietre. Cassa in oro bianco.

Insomma, ovunque il Louvre sovrasta con la bellezza delle sue opere d'arte. Con questa istituzione, la storica maison svizzera Vacheron Constantin dal 2019 ha iniziato una collaborazione, in particolar modo per quei capolavori di alta orologeria che rientrano nella sua linea Métiers d'Art, per la cui realizzazione prestano la loro opera un ristretto gotha di maestri artigiani, utilizzando le più sofisticate tecniche decorative e artistiche per realizzare un limitatissimo numero di modelli speciali.

Loading...

La Nike di Samotracia in oro inciso a mano è la protagonista di questo modello con cassa in oro bianco.

Le novità sono quattro per un totale di 20 orologi che, in rappresentanza di altrettante civiltà antiche (l'impero persiano di Dario il Grande, l'antico Egitto dei faraoni, la Grecia ellenistica post Alessandro Magno e, infine, la Roma imperiale), presentano la riproduzione, in oro, di una delle opere custodite all'interno del museo, scelte in stretta sinergia con il team di esperti. Queste miniature sono inserite su un vetro zaffiro intermedio che mostra anche delle scritture incise (cuneiformi, geroglifici, in greco antico e in latino) che ripetono esattamente quelle presenti sulle quattro opere originali.

Nel quadrante del modello dedicato all'Antico Egitto ci sono una Sfinge incisa in oro e dei geroglifici.

Il vetro zaffiro a sua volta è applicato sul quadrante decorato con elementi di grande pregio tipici dell'epoca delle opere rappresentate: smalti, micro-mosaici, incisioni, pietre intarsiate. Ecco, dunque, che il protagonista del primo orologio con cassa in oro rosa è la Grande Sfinge di Tanis (Antico Egitto, ca. 2035-1680 a.C.); del secondo, anch'esso con la cassa in oro rosa, è Il leone di Dario (impero persiano degli Achemenidi, 559 – 330 a.C.); del terzo, in oro bianco, è la Nike di Samotracia (Grecia ellenistica, dinastia antigonide 277 – 168 a.C.); del quarto, in oro bianco, è il Busto di Augusto (Impero romano, dinastia Giulio-Claudia 27 a.C.- 68 d.C.). In tutti gli orologi il cuore pulsante è il calibro di manifattura 2460 G4/2 meccanico a carica automatica composto da 237 componenti tra i quali una massa oscillante in oro rosa che riproduce la facciata orientale del Museo, ispirata a una litografia del XVIII secolo.

L'orologio con il Leone di Dario, in oro rosa, e i quattro dischi che permettono l'indicazione di ore, minuti, giorno della settimana e data.

Il movimento aziona quattro dischi grazie ai quali è possibile vedere, in altrettante finestrelle, le indicazioni di ore e minuti (in alto da sinistra), del giorno della settimana e della data (in basso da sinistra). Un'unione di capolavori che diventano un paradosso: strumenti che segnano il tempo rendono ancora più senza tempo alcune delle opere più affascinanti della storia dell'uomo.

Il movimento di tutte e quattro le declinazioni è un calibro di manifattura a carica automatica con la massa oscillante in oro rosa che riproduce la facciata orientale del Louvre.

Riproduzione riservata ©

loading...

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti