Arte

I disegni della collezione Ramo alla Estorick

di Nicol Degli Innocenti

default onloading pic


2' di lettura

Un secolo di disegni, la maggior parte dei quali mai visti prima in Gran Bretagna, per illustrare l'arte italiana del Novecento, secolo ricco di movimenti artistici e di creatività.
La mostra “Chi ha paura del disegno?”, alla Estorick Collection di Londra, presenta una selezione di 62 degli oltre 600 disegni della collezione Ramo, la più grande in Italia di opere su carta, per rappresentare il maggior numero possibile di artisti e la varietà dei loro stili e delle loro tecniche.
E' la prima mostra all'estero per la Collezione Ramo, che ha aperto a Milano al Museo del Novecento l'anno scorso, poco dopo la morte del fondatore Pino Rabolini. Il creatore e designer del marchio di gioiellii Pomellato era un collezionista appassionato con un interesse particolare per il disegno, tenacemente convinto della sua importanza al pari di pittura e scultura.

La mostra raccoglie lavori su carta in senso lato, sia disegni in bianco e nero come I vigliacchi di Lucio Fontana che opere coloratissime come Facezie di Tancredi che creazioni geniali a tre dimensioni come il Diario di Maria Lai in stoffa, carta e filo o la Combustione di Alberto Burri in acrilico, colla e combustione su carta.
Le opere spaziano quasi un secolo, dal delicatissimo Controluce di Umberto Boccioni del 1910 al Senza titolo di Pietro Consagra del 1981, passando per Giacomo Balla, Fortunato Depero, Felice Casorati, Mario Sironi, Alberto Savinio, Marino Marini, Piero Manzoni, Giacomo Manzù, Medardo Rosso, Alighiero Boetti, Jannis Kounellis, Renato Guttuso, Grazia Varisco e tanti altri.
“La forza del disegno è che è la visualizzazione di un'idea e quindi è il mezzo più immediato per leggere la mente dell'artista -, spiega Irina Zucca Alessandrelli, curatrice della collezione -. Dipinti e sculture sono opere mediate, studiate, lavorate, mentre il disegno è un dialogo dell'artista con se stesso in assoluta libertà”.
Meno della metà delle opere sono disegni preparatori per un quadro, la maggior parte sono opere d'arte autonome con la dignità e l'importanza di un dipinto. All'ingresso della mostra si può vedere una originale videoanimazione di Virgilio Villoresi che, usando la tecnica della stop motion, collega le opere della collezione dando loro nuova vita.
Who's afraid of drawing? Works on paper from the Ramo Collection
Fino al 23 giugno 2019
Estorick Collection, Londra
www.estorickcollection.com @Estorick

Loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti