ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùLa scomparsa del Papa emerito

Benedetto XVI, secondo giorno di omaggio dei fedeli. Giovedì i funerali

La Prefettura di Roma prevede in Piazza San Pietro 50-60 mila persone per le esequie, e 30-35 mila al giorno per il saluto dei fedeli. Per questo è stato dispiegato in tutta l’area il dispositivo della sicurezza

Aggiornato al 3 gennaio 2022, ore 11:28

Ratzinger, fedeli rendono omaggio alla salma

4' di lettura

Centinaia di fedeli sono in fila già all’esterno della Basilica di San Pietro per il secondo giorno di esposizione della salma del papa emerito Joseph Ratzinger. Sarà possibile rendere un ultimo omaggio al papa dimissionario fino alle 19 e mercoledì dalle 7 alle 19, mentre giovedì è in programma il funerale in piazza San Pietro. A celebrarlo sarà Papa Francesco. Già nelle prime ore di lunedì 2 gennaio fedeli e turisti si sono messi in fila in piazza San Pietro a Roma dove è esposta la salma del Papa emerito Benedetto XVI, scomparso al’età di 95 anni. Il primo a rendere omaggio a Joseph Ratzinger in forma privata è stato il presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Il Capo dello Stato è giunto alle 8:50, prima dell’apertura della basilica vaticana al pubblico. Dopo Mattarella, è giunta la premier Giorgia Meloni. Con lei il sottosegretario alla presidenza del consiglio Alfredo Mantovano e il ministro dell’Agricoltura Francesco Lollobrigida.

La traslazione delle spoglie del Papa emerito dal monastero Mater Ecclesiae dove ha vissuto per quasi dieci anni, ovvero da quando Benedetto XVI si è dimesso, è avvenuta di primo mattino, alle 7; l'arrivo in Basilica alle 7:15. Il breve rito, presieduto dal cardinale Mauro Gambetti, è durato fino alle 7:40. Poi è stata ultimata la preparazione della Basilica per l'arrivo dei fedeli in visita.

Loading...

Giovedì 5 gennaio il funerale

Giovedì 5 gennaio, alle 9:30, Papa Francesco celebrerà il funerale sul sagrato vaticano. Esequie che per volontà dello stesso Papa emerito avranno il carattere della “semplicità” e della “sobrietà”, ma in ogni caso con la solennità dovuta a un Pontefice.

Vaticano conferma, verrà sepolto dove era Wojtyla

Benedetto XVI verrà sepolto nelle grotte vaticane, nella tomba dove era precedentemente sepolto Papa Wojtyla, poi portato in basilica nel 2011 dopo la sua beatificazione. Lo conferma il portavoce vaticano Matteo Bruni.

Fedeli in coda anche per chiedere una grazia

C’è un po’ di tutto nella coda di persone che vogliono entrare nella basilica di San Pietro. Sacerdoti, suore, ma anche famiglie e semplici turisti. C’è chi è qui per chiedere una grazia. È una famiglia arrivata da Forlì. La figlia, Maria Chiara di 16 anni, dice: «Nonostante io non l’abbia mai conosciuto come mio Papa, so che è stato importante per la cristianità e quindi i miei genitori mi hanno portato con loro anche per avvicinarmi alla sua figura e per chiedere delle grazie». In fila anche don Igino, sacerdote originario della Guinea equatoriale, e a Roma per motivi di studio. «Benedetto XVI è stato un cercatore della verità. Io sono un missionario clarettiano, non l’ho conosciuto personalmente, come invece conosco Francesco, ma ho letto i suoi libri, conosco il suo pensiero e ho ritenuto importante oggi essere qui». Sono molti i turisti in Piazza San Pietro, anche perché sono giorni di vacanze scolastiche e per molti anche ferie dal lavoro. Si riconoscono dalle cuffiette con le quali possono ascoltare le loro guide che continuano a ripetere: «Ci dispiace, siamo desolati, ma è meglio non entrare in basilica, oggi c’è troppa fila...».

Ratzinger, a San Pietro l'abbraccio dei fedeli a Benedetto XVI

Attese in piazza San Pietro per assistere al funerale fino a 60mila persone

Sarà la prima volta nella storia che un Papa celebra i funerali di un altro Papa. Due le delegazioni ufficiali che parteciperanno, dall’Italia e dalla Germania. La Prefettura di Roma prevede in Piazza San Pietro 50-60 mila persone per le esequie, e 30-35 mila al giorno per il saluto dei fedeli. Per questo è stato dispiegato in tutta l’area il dispositivo della sicurezza.

In Germania l’azione legale contro Ratzinger va avanti

L’azione legale contro Papa Bendetto XVI andrà avanti nonostante la sua morte. È quello che ha confermato il tribunale di Traunstein in Germania. «Il procedimento andrà avanti a carico degli eredi», ha spiegato la portavoce Andrea Titz. Alla domanda se il pontefice emerito abbia eredi la portavoce ha risposto: «questo è ancora da accertare». Contro Ratzinger ha sporto denuncia in sede civile un uomo, che ha riferito di essere stato vittima degli abusi del prete pedofilo Peter H. Oggetto dell’inchiesta è capire se Ratzinger, all’epoca arcivescovo di Monaco, sia stato responsabile dell’occultamento dei casi di abuso.

Dalai Lama, prego per nostro fratello spirituale

Il Dalai Lama ha scritto alla Nunziatura Apostolica di New Delhi per esprimere la sua tristezza nell’apprendere della scomparsa del Papa emerito Benedetto XVI. Lo scrive il portale tibet.net. «Prego per il nostro fratello spirituale», ha scritto, «e porgo le mie condoglianze ai membri della Chiesa cattolica». «Quando ho avuto l’opportunità di incontrare Papa Benedetto ho scoperto che c’era molto su cui eravamo d’accordo in relazione ai valori umani, all’armonia religiosa e all’ambiente. Durante il suo pontificato, ha lavorato molto per promuovere questi temi. Ha vissuto una vita significativa. Sono stato impegnato nel dialogo con i membri della comunità cattolica per diversi decenni e ho imparato molto dalla loro esperienza. Credo che questi scambi abbiano contribuito a una migliore comprensione religiosa tra di noi. In un momento in cui assistiamo a tensioni in diverse parti del mondo - conclude il Dalai Lama -, possiamo prendere una lezione dalla vita di Papa Benedetto e fare il possibile per contribuire all’armonia religiosa e alla pace globale».

Papa Francesco all’Angelus: «Grazie a Dio per Ratzinger»

In occasione dell’Angelus il primo dell’anno, Bergoglio ha reso «grazie a Dio per il dono di questo fedele servitore del Vangelo e della Chiesa». «L’inizio di un nuovo anno - ha detto il Papa - è affidato a Maria Santissima, che oggi celebriamo come Madre di Dio. In queste ore invochiamo la sua intercessione in particolare per il Papa emerito Benedetto XVI, che ieri mattina (il 31 dicembre, ndr) ha lasciato questo mondo. Ci uniamo tutti insieme, con un cuore solo e un’anima sola, nel rendere grazie a Dio per il dono di questo fedele servitore del Vangelo e della Chiesa».

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti