ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùCinema

“Tár”, un film di grande intensità con una straordinaria Cate Blanchett

Tra le novità in sala il nuovo lungometraggio di Todd Field che racconta la storia di una direttrice d'orchestra. In sala è arrivato anche “The Son” di Florian Zeller

di Andrea Chimento

3' di lettura

Dalla Coppa Volpi di Venezia fino agli Oscar? È questo il percorso che si augura di fare Cate Blanchett per la sua prova in “Tár”, film di Todd Field e grande protagonista del weekend in sala.

L'attrice australiana veste qui i panni di una direttrice d'orchestra tra le più quotate e potenti in circolazione. Conosciamo il personaggio all’apice della sua carriera, impegnata sia nella presentazione di un libro che in un’attesissima esibizione dal vivo della Quinta Sinfonia di Mahler. Nel corso delle settimane che seguono, però, la sua vita comincia a sgretolarsi di fronte a una serie di situazioni sempre più problematiche.

Loading...

Nasce dalla sceneggiatura e dalla regia di uno dei nomi più sottovalutati del cinema contemporaneo questo film che conferma ancora una volta il talento di Todd Field, autore che aveva già fatto buonissime cose coi suoi due lungometraggi precedenti, “In the Bedroom” e “Little Children”.

Come lo stesso “Tár”, anche gli altri due lavori della sua filmografia non sono né dei capolavori, né dei film impeccabili – soprattutto a causa di un andamento un po' altalenante – ma denotano una sensibilità registica non banale e la capacità di realizzare pellicole sempre intense e in grado di toccare corde molto profonde.

“Tár ” e gli altri film della settimana

Photogallery4 foto

Visualizza

Un film sul potere

“Tár” esplora la natura mutevole del potere, facendoci immedesimare con un personaggio scritto benissimo: tutto l'andamento narrativo e il ritmo drammaturgico sembrano concepiti come una partitura di musica classica in cui tutti gli strumenti riescono a essere in perfetta sincronia.Nonostante qualche passaggio meno riuscito di altri, il film riesce comunque a scuotere e a lasciare più di uno spunto di riflessione, grazie anche a una parte conclusiva decisamente notevole.La strepitosa prova di Cate Blanchett – che intanto ha anche vinto il Golden Globe – è infine il valore aggiunto di un prodotto imperfetto, ma assolutamente da non perdere.

Nel cast da segnalare inoltre le belle prove di Noémie Merlant e Nina Hoss.

The Son

Un altro film capace di emozionare e forte di un ottimo gruppo di attori è “The Son”, seconda opera per il cinema di Florian Zeller, regista che mette in scena un'altra sua pièce teatrale dopo l'ottima riuscita di “The Father”.Al centro della trama c’è un uomo di successo, che ha da qualche tempo lasciato la moglie e il figlio adolescente per andare a vivere con una ragazza molto più giovane di lui. Con lei ha appena avuto un bambino, ma sarà soprattutto il primo figlio a dargli le maggiori preoccupazioni.Dopo essere entrato nella mente di un uomo anziano, sofferente di demenza senile, con il suo film precedente, Zeller indaga qui il tema del senso di colpa, concentrandosi su un uomo che si sforza di prendersi cura del figlio adolescente, come avrebbe voluto che suo padre si fosse preso cura di lui, mentre si destreggia tra il lavoro, il neonato avuto dalla nuova compagna e l’offerta della posizione dei suoi sogni a Washington.Il film parte forte, con una sequenza che ci porta subito in un vortice emotivo che non ci lascerà fino alla conclusione: Zeller conferma la sua bravura nel trattare sentimenti particolarmente delicati, ma si percepisce anche una certa furbizia in fase di scrittura che sfocia in alcuni passaggi troppo ricattatori.Le emozioni non mancano e il film può arrivare a commuovere, seppur il disegno d'insieme sia senza dubbio meno efficace e originale del precedente lungometraggio del regista

.Tra i tanti noti nomi in scena – da Hugh Jackman a Vanessa Kirby, passando per Anthony Hopkins – una menzione speciale va a una struggente Laura Dern, notevole nel trasmettere al meglio tutto il dolore provato dal suo personaggio.


Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti