AnalisiL'analisi si basa sulla cronaca e sfrutta l'esperienza e la competenza dell'autore per spiegare i fatti, a volte interpretando e traendo conclusioni. Scopri di piùborsa

I filtri high tech di Gvs volano al debutto. E' la prima Ipo dell'anno su Mta

Le azioni della società bolognese hanno fatto segnare una delle migliori performance del listino. Già in fase di collocamento la domanda degli investitori era stata sei volte superiore all'offerta

di Paolo Paronetto e Cheo Condina

2' di lettura

Balza al debutto a Piazza Affari Gvs, gruppo specializzato nei filtri high tech, che dopo non essere riuscito a far prezzo in avvio ha chiuso con un balzo del 21,72% a 9,92 euro, mettendo a segno una delle performance migliori del listino. Il titolo è stato collocato a 8,15 euro per azione, prezzo vicino al massimo del range indicativo di 7-8,3 euro fissato in collocamento dagli investitori istituzionali.

La società bolognese l'anno scorso ha realizzato un fatturato di 230 milioni, di cui oltre la metà legati al medicale ma quest'anno il Covid ha spinto ulteriormente il fatturato rimescolando il mix dei prodotti: la stima per il 2020 è di 320 milioni con un Ebitda che dovrebbe attestarsi a 98 milioni dai 62 dell'anno scorso.

Loading...

Il collocamento, coordinato da Mediobanca e Goldman Sachs, ha registrato una domanda pari a sei volte l'offerta e si è andati al riparto. L'offerta è stata alimentata quasi interamente da azioni messe in vendita dai soci storici: su 70 milioni di titoli complessivi solo 10 milioni sono di nuova emissione con un introito per la società di 81,5 milioni. La famiglia Scagliarini mantiene così il 60% del capitale (e il 75% dei diritti di voto). I multipli di Gvs, sottolinea Il Sole 24 Ore di oggi, parlano di un Ev/Ebitda 2020 e 2021 pari a 14,8 volte, nel complesso inferiore alla media del panel dei comparabili che comprende titoli industriali, del settore life sciences e italiani.

Si tratta - sottolinea Borsa Italiana - della prima quotazione dell’anno sul mercato principale di Borsa Italiana che porta a 242 il numero di società attualmente quotate su MTA. Ad oggi, è la seconda IPO in Europa per ammontare raccolto, pari a 570,5 milioni di Euro, complessivi dei proventi derivanti dall’integrale esercizio dell’opzione greenshoe, e con un flottante pari al 40%. La capitalizzazione di mercato al prezzo di IPO è pari a 1.426 milioni di Euro.. GVS ha svolto un ruolo fondamentale durante l’emergenza Covid-19. La società bolognese ha risposto al forte incremento della domanda di filtri medicali e maschere di protezione, aprendo nuove linee produttive e garantendo la fornitura di materiali sanitari essenziali per fronteggiare l’emergenza. Attraverso la quotazione, la società potrà consolidare il proprio posizionamento competitivo sui mercati globali e proseguire il suo percorso di crescita.

(Il Sole 24 Ore Radiocor)

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti