risparmio gestito

I fondi ad agosto hanno messo le ali alla raccolta dei gestori

Con un risultato positivo per 4,3 miliardi i fondi hanno portato il saldo dell’industria a incassare 6,9 miliardi. Patrimonio oltre 2.300 miliardi

di Isabella Della Valle

default onloading pic
(Goodpics - stock.adobe.com)

Con un risultato positivo per 4,3 miliardi i fondi hanno portato il saldo dell’industria a incassare 6,9 miliardi. Patrimonio oltre 2.300 miliardi


2' di lettura

I fondi aperti ad agosto hanno spinto sull’acceleratore e hanno portato l’industria del risparmio gestito a chiudere i battenti di agosto con un saldo positivo per 6,9 miliardi, praticamente il doppio rispetto ai 3,5 incassati a luglio. Con questo dato il bilancio da inizio anno è salito così a quota 9,7 miliardi, mentre il patrimonio ha superato la soglia del 2.300 miliardi, controllati per il 51,3 dalle gestioni di portafoglio e per il restante 48,7% da quelle collettive. Tornando alla raccolta, i fondi aperti hanno portato in dote 4,3 miliardi (erano 1,6 a luglio), mentre il saldo delle gestioni è stato pari a 2,3 miliardi (1,7 a luglio), riconducibile esclusivamente ai mandati istituzionali (2,5 miliardi) che hanno ampiamente compensato il deficit delle gestioni retail (-149 milioni).

I fondi comuni

Sono stati i fondi di diritto estero con una raccolta di 4,7 miliardi a tenere le redini dell’intero segmento e a compensare il dato negativo dei prodotti di diritto italiano (-375 milioni), sempre meno rilevanti anche in termini patrimoniali (22,3% contro il 77,7%). Dall’analisi delle tipologie, da segnalare l’andamento degli obbligazionari che hanno incassato poco meno di 5 miliardi, migliorando nettamente la posizione rispetto al mese precedente (1,6 miliardi). In attivo anche gli azionari (1,2 miliardi), anche se con meno vigore rispetto ai 2 miliardi di luglio, mentre per i bilanciati il mese si è chiuso in attivo per 230 milioni. Prosegue, invece, l’esodo dai flessibii dalle cui casse ad agosto sono usciti 1,7 miliardi, appesantendo così ulteriormente il dato da inizio anno (-11,9 miliardi) . Segno meno pure per i monetari (-357 milioni) che comunque da gennaio restano i prodotti che hanno incassato di più (10,7 miliardi).

Loading...

Le società

Tra i protagonisti del mercato, spicca il dato di Generali che, grazie alle ormai consuete operazioni infragruppo, ha raccolto oltre 4 miliardi. I mandati istituzionali hanno spinto il saldo di Poste, nelle cui casse sono entrati 923 milioni e quello di Shroders che di milioni ne ha raccolto 897. Il gruppo Intesa Sanpaolo, che a partire da agosto nelle statistiche include anche Pramerica, ha incassato complessivamente 653 milioni. I 245 milioni di Anima sono arrivati in maniera sostanzialmente equilibrata da fondi aperti e mandati, mentre Mediolanum (223 milioni) ha puntato principalmente sul collocamento dei fondi. Anademento positivo anche per Ubs Asset Management (194 milioni), per Morgan Stanley (157 milioni), Lyxor (153 milioni) e Amundi (148 milioni). Conti in rosso, invece, per Mediobnca (-726 milioni), Deutsche Bank (-167 milioni) e per Bnp Paribas (-114 milio

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti