ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùLavoro

I lavoratori di Wärtsilä scendono in piazza con uno sciopero di 8 ore

La multinazionale conferma la decisione di fermare la produzione di motori navali nel sito triestino. Per i sindacati è una scelta inaccettabile

di Cristina Casadei

(ANSA)

1' di lettura

I lavoratori di Wärtsilä scendono in Piazza della Borsa a Trieste e incrociano le braccia per 8 ore il 4 agosto. La società finlandese, nell’ultimo incontro al Mise, lo scorso 27 luglio, ha confermato il piano di riorganizzazione che prevede lo stop alla produzione dei motori 4 tempi nello storico sito triestino, delocalizzata nel sito di Vaasa, in Finlandia. In futuro, il sito di Bagnoli della Rosandra si concentrerà su Ricerca&Sviluppo vendita, project management, sourcing, assistenza e formazione. Il piano però comporterà 451 esuberi su 937 addetti, oltre alla perdita di un tassello produttivo fondamentale per la cantieristica e per la città di Trieste. Oltre all’impatto sull’indotto.

Come ricorda una nota della Fim cisl, «tutti hanno condannato questa delocalizzazione a tradimento annunciata 20 giorni fa dalla multinazionale finlandese: dal Ministro Giorgetti, al Presidente della Regione Fedriga, alla Confindustria territoriale e dalla stessa Fincantieri che ha dichiarato di avere l’intenzione di interrompere collaborazioni strategiche con Wärtsilä». Anche perché rischia di cancellare una lunga storia industriale e un know how che è stato costruito attraverso un forte ricorso ai fondi regionali e statali.

Loading...

Nonostante la corale presa di posizione di tutti i soggetti sociali e economici, la multinazionale mantiene la sua posizione e questo genererà una serie di proteste «per contrastare questa decisione», scrive la Fim Cisl. Anche alla luce del fatto che vi sono grandi opportunità che arrivano dall’Economia del mare nel nostro paese, come ha sottolineato lo stesso ministro Giorgetti, nell’ambito della quale potranno essere portati avanti progetti anche con le risorse del Pnrr sulla trasformazione della mobilità della navalmeccanica.


Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti