business e solidarietà

I legumi di Colfiorito alleati della Fao per aiutare i Paesi in via di sviluppo

di Francesca Mencarelli


default onloading pic

2' di lettura

Siglato un importante accordo di collaborazione triennale tra la Fao, l’Organizzazione delle Nazioni unite per l’alimentazione e l’agricoltura, e Fertitecnica Colfiorito, azienda umbra leader nel mercato italiano dei legumi e dei cereali. Fao e Fertitecnica Colfiorito collaboreranno in una campagna di Cause related marketing, grazie alla quale una parte del ricavato proveniente dalla vendita di alcuni prodotti dell’azienda, verrà destinata al sostegno di progetti Fao in Paesi in via di sviluppo. Il tutto allo scopo di promuovere il consumo e la produzione di legumi e combattere la povertà rurale.

«Per Fertitecnica Colfiorito – spiega Luca Mattioni, vice presidente dell’azienda – è un orgoglio sostenere l’Anno internazionale dei legumi. Per la storia e la tradizione che caratterizza il nostro core business, siamo fieri di essere la prima Pmi italiana a siglare con la Fao questo tipo di partnership».
I legumi contribuiscono alla sicurezza alimentare a tutti i livelli e hanno un alto valore per la salute ed elevati benefici nutrizionali.

«Quello che in Italia è stato considerato per molto tempo la base di un pasto povero – prosegue Alessio Miliani, General manager della società – in realtà si sta rivelando un prezioso alleato per l’uomo e per il pianeta, essendo alla base di un’alimentazione smart e di un’agricoltura sostenibile».
L’accordo rappresenta una tappa importante nelle relazioni tra Fao e Italia e riafferma l’attenzione che l’Organizzazione pone alla collaborazione con i movimenti e la società civile dei paesi membri.
Tra gli altri progetti, una applicazione per cellulare per far conoscere i benefici dei legumi a bambini e genitori in modo interattivo e divertente e una pubblicazione che racconterà il percorso che ha portato Fertitecnica Colfiorito al successo odierno puntando su prodotti di qualità e coinvolgendo piccole cooperative agricole locali: una azienda fondata nel 1984 dalla famiglia Mattioni, specializzata nella produzione e commercializzazione di legumi, cereali, semi e spezie, oggi presente in tutta la grande distribuzione nazionale e in alcune catene internazionali, con un fatturato in crescita in doppia cifra negli ultimi tre anni (ha chiuso il 2015 a 33 milioni di euro, ndr).

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti