La giornata dei mercati

Consumi e trimestrali Usa spingono le Borse. Lunedì stacco cedola per 4 big a Milano

Anche Goldman Sachs supera le attese nel terzo trimestre. A sorpresa crescono le vendite al dettaglio negli Stati Uniti. Piazza Affari chiude a +0,8%

di Eleonora Micheli e Paolo Paronetto

Obbligazioni: cercare valore nei corporate bond

4' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - L'incremento a sorpresa delle vendite al dettaglio Usa nel mese di settembre e le trimestrali delle quotate americane che continuano a superare le previsioni hanno alimentato ancora gli acquisti sulle Borse europeeche hanno chiuso la settimana in rialzo completando una settimana in buon recupero. Grazie agli acquisti su viaggi, energia, retailer e banche, tutti i principali indici hanno guadagnato almeno mezzo punto percentuale e Amsterdam(AEX) è stata la migliore. A Piazza Affari il FTSE MIB ha avvicinato i 26500 punti ed è risalito complessivamente dell'1,7% nell'intera settimana. Per l'Eurostoxx50 un incremento del 2,6% nell'ottava.

Positiva Wall Street (chiusura con Dow Jones: +1,09%; Nasdaq: +0,75%; S&P 500: +0,50%) dopo i dati macroeconomici e i conti di Goldman Sachs mentre resta alto il prezzo del Wti, con gli investitori che puntano sull'aumento della domanda di petrolio, visto il forte rialzo dei costi per il carbone e il gas naturale in Cina, India ed Europa.

Negli Usa bene le vendite al dettaglio, frena la manifattura

Sul fronte macro, negli Stati Uniti sono stati pubblicati dati in chiaroscuro sullo stato di salute dell'economia. Da una parte le vendite al dettaglio sono aumentate dello 0,7% in settembre, al di sopra del ritmo previsto dagli analisti. È invece calato l'indice Empire State sull'attività manifatturiera di ottobre, facendo registrare una performance peggiore da quella prevista dal mercato. I prezzi all'import, infine, sono aumentati dello 0,4% in settembre, al di sotto delle stime del consensus.

Loading...

A ottobre, gli statunitensi si stanno dimostrando meno ottimisti sull'economia rispetto a settembre. L'indice preliminare sulla fiducia redatto mensilmente dall'Università del Michigan è stata pari a 71,4 punti, superiore ai 71 della lettura di meta' settembre, ma
inferiore ai 72,8 della lettura finale di settembre, contro attese per un dato a 73.

Goldman Sachs, terzo trimestre migliore delle attese

Sul fronte delle trimestrali Usa, Goldman Sachs si è unita alla pattuglie di banche che hanno chiuso il terzo trimestre con risultati migliori delle previsioni del mercato. I ricavi del periodo giugno-settembre sono infatti risultati pari a 13,6 miliardi, a fronte degli 11,7 attesi dagli analisti. L'utile per azione si è attestato a 14,93 dollari contro le stime per 10,18 dollari.

Andamento Piazza Affari FTSE Mib
Loading...

A Milano comanda Cnh, petroliferi e Intesa in luce

A Piazza Affari sotto i riflettori il rimbalzo di Cnh Industrial dopo la frenata legata alla sospensione della produzione in alcuni siti europei a causa della carenza di chip, e i petroliferi (Tenaris, Eni) mentre i prezzi del greggio corrono . Tra le banche spicca Intesa
Sanpaolo
prima dello stacco cedola di lunedì 18 ottobre. Parziale recupero per Leonardo dopo il tonfo (-7%) legato alla fornitura di componenti difettose, da parte di un subappaltatore, per il 787 di Boeing.Si tratta di pezzi consegnati negli ultimi tre anni che, secondo la Federal Aviation Administration non pregiudicano la sicurezza immediata dei voli, anche se resta da chiarire se saranno necessari richiami di velivoli, mentre quelli non ancora consegnati saranno rilavorati secondo la necessità. A mercati chiusi giovedì il gruppo aerospaziale italiano ha ammesso la circostanza, ma al tempo stesso ha precisato che le componenti difettose sono state in verità realizzate dal subfornitore Manufacturing Processes Specification, che è sotto già indagine da parte della magistratura.

Bene Fineco dopo bond, Banco Bpm attende il piano

Bene Finecobank che ha annunciato di aver chiuso con successo il collocamento degli attesi strumenti senior preferred da 500 milioni. L'emissione, ha ricordato l'istituto in una nota, «consente alla banca di soddisfare fin da subito il requisito Mrel che entrerà in vigore a partire dal primo gennaio 2024, con un impatto poco significativo sugli utili».In rialzo anche Banco Bpm, mentre è iniziato il conto alla rovescia per la presentazione del nuovo piano industriale al 2024, che sarà annunciato il 5 novembre. Uno degli aspetti centrali della prossima strategia dell'istituto sarà quello delle joint venture, in particolare in ambito assicurativo. La banca ha infatti rivisto di recente gli accordi in essere con Covea e Cattolica in modo da poterne uscire esercitando opzioni call nel 2023, avendo così mano libera sul futuro.

Dividendi, il 18 ottobre tocca a 4 big di Piazza Affari

Stacco cedola per quattro big del listino milanese in programma lunedì 18 ottobre che determinerà un calo tecnico negativo nell'apertura del Ftse Mib pari allo 0,59%. A trattare ex cedola saranno: Intesa Sanpaolo (0,0996 euro per azione) che distribuirà circa 1,9 miliardi di euro provenienti dalla riserva straordinaria; Generali che staccherà 0,46 euro per azione, seconda parte dell’erogazione complessiva da 2,31 miliardi di euro iniziata in primavera con il dividendo da 1,47 euro per azione ; Banca Mediolanum che pagherà ai suoi soci la seconda tranche da 553,7 milioni del dividendo (0,75333 euro) deliberato nell’assemblea degli azionisti della primavera scorsa; Unipol che distribuirà riserve per 201 milioni attraverso una cedola da 0,28 euro per azione.Guardando ai rendimenti, lo stacco di Intesa Sanapaolo corrisponde a un 3,86% sul prezzo di chiusura odierno. Il rapporto cedola/prezzo è del 2,44% per Generali, del 7,6% per Banca Mediolanum e del 5,3% per Unipol.

Euro sotto 1,16 dollari. Brent sopra 85$ al barile

Sul mercato dei cambi, l'euro si rafforza e torna sopra quota 1,16 dollaro. La moneta unica passa di mano a 1,1595 dollari. In rialzo il petrolio: il Wti di novembre si attesta sopra gli 82 dollari al barile, mentre la consegna dicembre sul Brent supera quota 85 dollari. Per il barile trattato a Londra si tratta della sesta settimana consecutiva di incremento e dei prezzi più elevati da ottobre 2018. Scivolano del 13% i prezzi del gas naturale in Europa a 88 euro per megawattora.

Andamento dello spread Btp / Bund
Loading...

Chiusura in rialzo per lo spread tra BTp e Bund. Il differenziale di rendimento tra il BTp decennale benchmark (IT0005436693) e il pari durata tedesco ha segnato un'ultima posizione a 104 punti base dai 101 punti del finale della vigilia. In aumento anche il rendimento del BTp decennale benchmark che a fine seduta si e' attestato allo 0,87% dallo 0,84% registrato al closing precedente.

Continua il rally del BitCoin: oltre 60mila dollari

Continua la corsa del bitcoin, che oggi ha superato i 60.000 dollari per la prima volta da aprile. I trader sono ottimisti sulla possibilità che la Sec, ovvero l'autorita' di Borsa, dia il via libera al primo ETF sui future del bitcoin. La maggiore criptovaluta al mondo e' salita fino a 60.314 dollari, la quotazione piu' alta dal 18 aprile. Il ProShares Bitcoin Strategy ETF dovrebbe debuttare al New York Stock Exchange (Nyse) martedì e gli esperti credono che la Sec non avrà da obiettare sul prodotto, che potrebbe comunque essere fermato entro lunedì.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti