moda

I Moon Boot compiono 50 anni e lanciano la versione estiva e da città

di B.Ga.


default onloading pic

3' di lettura

La prima collezione estiva, proprio nell'anno del 50° anniversario. Moon Boot rilancia verso il futuro e ha presentato in esclusiva a Pitti Uomo 96 la prima collezione footwear Spring/Summer 2020 della sua storia.
«La sfida per il brand – spiega l’azienda – è quella di esplorare nuovi orizzonti rimanendo però fedele al proprio Dna e al proprio stile. L’anniversario è un'occasione straordinaria per tracciare i prossimi 50 anni, all’insegna di collezioni premium lifestyle non più esclusivamente dedicate al mondo sport».
La prima collezione estiva di Moon Boot è composta da quattro modelli tutti molto diversi fra loro «ma che mantengono i tratti inconfondibili del brand, dall'allacciatura incrociata all’inimitabile cucitura rigirata della suola, alla fascia con logo».

Così Moon Boot ha creato anche un nuovo concetto destinato a diventare nuova icona: il Mars Boot, «partendo da se stesso e reinventandosi in versione estiva con tessuti traspiranti, membrane rinfrescanti e materiali con trattamenti ad alta tecnologia specifici per la città e l’estate. Colori fluo e metallizzati, nuovi tessuti come il raso e la rete» sono le caratteristiche della nuova versione degli iconici doposci che dovrebbero essere messi in vendita a un prezzo intorno ai 300 euro.

I Moon Boot sono uno dei fiori all’occhiello di Tecnica Group, azienda trevigiana di Giavera che ha approvato il bilancio consolidato 2018 con un fatturato che supera i 400 milioni di euro, in crescita dell’8% rispetto al 2017. Commenta il presidente del Cda Alberto Zanatta: «Il 2018 ci ha dato grandi soddisfazioni e il 2019 è un anno importante nella storia del Gruppo. Festeggiamo due traguardi significativi, gli 80 anni di Nordica e i 50 di Moon Boot; saranno occasione per rafforzare ancor di più questi marchi iconici, con Moon Boot che quest’anno presenta la sua prima collezione estiva».
Tecnica Group è leader nel mondo della calzatura outdoor e dell’attrezzatura da sci. Nel portafoglio conta alcuni dei marchi storici del settore: Tecnica (scarponi da sci e footwear), Nordica (sci e scarponi), Moon Boot (footwear), Lowa (scarpe da trekking e outdoor), Blizzard (sci) e Rollerblade (pattini in linea).
L’azienda è nata nel cuore del distretto trevigiano dello sportsystem, dove si trova ancora oggi il quartier generale. Attualmente qui sono impiegate 250 persone; significativa è la presenza di risorse dedicate all’attività di Ricerca & Sviluppo di nuovi prodotti e nel brand. Tecnica si conferma sempre più player di riferimento nel mondo dell’attrezzatura per lo sci e calzature outdoor: +12% di Tecnica Outdoor, +15% di Blizzard-Tecnica e +10% di Nordica. Per quanto riguarda Moon Boot, poi, è un vero exploit: una crescita del 47% per il brand.

«Dati estremamente convincenti -spiega l’amministratore delegato Antonio Dus -, superiori alle previsioni del piano di sviluppo 2016-20 che abbiamo avviato nel 2015. Il 2018 è stato un anno di accelerazione sia in termini di fatturato che di risultato economico e abbiamo cominciato a raccogliere i frutti della strategia di valorizzazione dei brand e di innovazione a beneficio del consumatore che sta alla base del nostro piano di sviluppo».
Oltre il 93% del fatturato del Gruppo proviene dai mercati esteri. Germania, Stati Uniti, Svizzera rappresentano i tre mercati di riferimento, seguiti da Italia e Francia. L'incremento più significativo è quello raggiunto dalla Corea (+34%, grazie agli effetti positivi delle Olimpiadi di PyeongChang), a cui si aggiungono la Svezia, +24%, il Canada, +17%, e l’Austria, +15%. Da sottolineare l’ottima prestazione del mercato italiano, +30%, in decisa crescita dopo anni di stabilità.
«Innovare oggi – continua l’ad – significa lavorare con le nuove tecnologie per offrire un'esperienza al consumatore sempre più dedicata e “su misura”. Abbiamo sviluppato numerosi brevetti che ci consentono personalizzare scarponi da sci o calzature come mai prima d’ora e il mondo digitale ci consente di avere un rapporto con l’utente anche prima e dopo l'acquisto». Il Gruppo impiega oggi a livello worldwide oltre 1.400 dipendenti, e distribuisce i suoi prodotti in oltre 11.500 punti vendita.

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...