la cultura non si ferma

I musei d’impresa invitano a visite virtuali

Immersione nelle eccellenze dei principali settori del made in Italy attraverso gli archivi storici digitalizzati

di Maria Adelaide Marchesoni e Marilena Pirrelli


default onloading pic

3' di lettura

L'emergenza Covid-19 costringe alla chiusura non solo le gallerie d'arte, i musei, ma anche quegli spazi espositivi che mettono in scena la storia, l'identità e i valori del patrimonio imprenditoriale del nostro paese. Attraverso tour virtuali, archivi accessibili online e video tour sui social o sul canale YouTube, le aziende che fanno parte di Museimpresa, l'associazione italiana dei musei e degli archivi d'impresa, promossa da Assolombarda e Confindustria con circa 100 iscritti, continuano a proporre: «le storie straordinarie, di donne e uomini che hanno inventato, sperimentato, prodotto, costruito ricchezza lavoro e relazioni sociali» come ha sottolineato il presidente dell'associazione Antonio Calabrò. «Museimpresa si unisce al coro di tutti coloro che coi teatri, con la musica, con le iniziative culturali tengono vivo questo Paese. In questo difficile momento di crisi, è essenziale e indispensabile il contributo della cultura, per continuare a stare insieme anche se lontani fisicamente» prosegue Calabrò. «Molti racconti li troverete sulla rete di Museimpresa e sui siti dei nostri quasi 100 iscritti. Questo Paese ha conosciuto stagioni drammatiche nella sua storia, ci siamo sempre rialzati perché tra gli elementi della nostra forza c'è la creatività, una straordinaria solidarietà e l'essere capaci di produrre una cultura larga, popolare, fortemente legata ai nostri territori». Quindi #ioRestoacasa è possibile immergersi nelle eccellenze dei principali settori del made in Italy: design, food, moda, motori, economia. L'Archivio Nazionale Cinema d'Impresa di Ivrea in collaborazione con la Direzione Generale per gli Archivi del Ministero dei Beni delle Attività Culturali e con il contributo della Compagnia di San Paolo ha realizzato un canale YouTube sul cinema d'impresa. Oltre a proporre una selezione di film conservati a Ivrea (tra gli altri Aem, Borsalino, Breda, Birra Peroni, Edison, Ferrovie dello Stato, Fiat, Olivetti, Martini & Rossi, Marzotto, Necchi, Venchi e Rancilio) presenta anche produzioni realizzate da altri archivi di impresa come Ansaldo, Barilla, Eni, Piaggio, Pirelli e Same.

Viaggio nella storia dell'impresa italiana

Viaggio nella storia dell'impresa italiana

Photogallery17 foto

Visualizza

La realizzazione di un museo d'impresa comincia necessariamente dalla catalogazione dell'archivio storico, ovvero la memoria dell'azienda, che va organizzata cronologicamente strutturata attraverso la raccolta di documenti fotografici, cartacei, fisici, prototipi conservati. L'archivio e in seguito il museo diventa così un luogo dinamico d'istruzione e valorizzazione dell'azienda, della sua storia e dei suoi progetti, con ricadute positive sul territorio e anche sul posizionamento dell'azienda stessa nei confronti di operatori di settore.

I tour virtuali
Qualche esempio. Kartell Museo , custode e narratore della storia del design italiano presenta negli spazi una mostra permanente, alcuni progetti speciali, installazioni e un progetto curatoriale e di allestimento visibile anche attraverso un App dedicata e un tour virtuale.
Oltre ai tre video il portale-museo dell' Archivio storico Barilla ospita circa 45.000 pezzi che raccontano e ripercorrono la storia l'attività economica, la strategia comunicativa e pubblicitaria dei marchi del Gruppo Barilla. Migliaia di fotografie, filmati, oggetti promozionali, confezioni, pubblicazioni e opere bibliografiche sono, infatti, oltre 35.000 i documenti catalogati, 150 i manifesti, 2.700 i filmati pubblicitari, migliaia d'immagini dell'azienda dal 1913 ad oggi. Un tour virtuale dedicato ai 170 anni di storia della birra Menabrea che mostra i macchinari originari del 1846, gli utensili d'officina, gli attrezzi degli antichi bottai, le bottiglie, i boccali, le illustrazioni. Il museo della Martini è una storia d'avanguardia che narra quasi 150 anni di storia. Il tour virtuale alla scoperta di Casa Martini – Martini&Rossi è un viaggio tra il Museo di Storia dell'Enologia e la Galleria Mondo Martini: oggetti, immagini, documenti che raccontano persone, passioni e progetti che hanno contrassegnato l'affermarsi del marchio Martini nel mondo. Molti altri i viaggi possibili dall’ Aboca Museum con il suo museo delle erbe all' Archivio Storico del Banco di Napoli, dalla passeggiata virtuale attraverso la grande storia di Birra Peroni al viaggio virtuale nel mito della Ducati, dal racconto - attraverso il patrimonio archivistico di Eni - dell'industria petrolifera italiana alle 18.000 fotografie, 100 manifesti, 200 schede dell' Archivio Storico di Fondazione Fiera Milano dal 1920 a oggi. Dal tour virtuale tra i padiglioni del Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa, che narrano la storia delle Ferrovie Italiane agli oltre 6.000 tra manoscritti, volumi e libri della Fondazione Mansutti , dal
MUMAC - Mudeo della macchina per caffè del Gruppo Cimbali
alla Fondazione Pirelli con fotografie, bozzetti e materiali pubblicitari che testimoniano la storia di un brand noto nel mondo e, infine, grazie alla collaborazione con Google Arts & Culture, Casa Zegna rivela un patrimonio archivistico composto di immagini, progetti, tessuti, storie ed esperienze. E in attesa di poter riprendere a viaggiare perché non accontentarsi di un viaggio virtuale tra le immagini del Touring Club Italiano che propone nell'archivio storico 10.400 immagini digitalizzate, percorsi tematici e una biblioteca digitale.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...