ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùla giornata dei mercati

Seduta di acquisti in Borsa con occhi su GameStop e argento, a Milano (+1,2%) strappa Atlantia

Il mercato attende il piano da 1.900 miliardi proposto da Biden ma non smette di monitorare l'andamento della pandemia e le campagne vaccinali. Al centro dell'attenzione la "retail mania": dopo GameStop nel mirino c'è l'argento, ai massimi da 8 anni. Euro in calo a 1,20 dollari, spread giù a 112 punti

di Enrico Miele e Paolo Paronetto

La Borsa, gli indici di oggi 1 febbraio 2021

4' di lettura

Le Borse europee hanno aperto il mese di febbraio nel segno degli acquisti, ritrovando la via dei rialzi dopo la debolezza delle ultime sedute. Il mercato continua ad attendere notizie sul piano di stimoli all'economia da 1.900 miliardi proposto dall'amministrazione Biden negli Stati Uniti, senza smettere di monitorare l'andamento della pandemia di Covid-19 e i progressi nelle campagne vaccinali. Al centro dell'attenzione resta però la "retail mania": dopo GameStop (in calo di oltre il 20% a Wall Street ma protagonista di un vero boom da inizio anno), nel mirino degli investitori retail che scommettono contro le posizioni short dei grandi fondi c'è ora l'argento, salito ai massimi da 8 anni. Dinamiche analoghe, secondo alcuni operatori, starebbero sostenendo anche singole società quotate sulle Borse europee, come Tiscali (+16%) e Clabo (+26,6%) a Piazza Affari. In chiusura il Ftse Mib milanese è salito dell'1,17%. Tra i titoli a maggiore capitalizzazione, la holding Atlantia ha guadagnato l'8,78%: secondo fonti finanziarie, infatti, la cordata guidata da Cdp prevede di poter presentare un'offerta vincolante su Autostrade per l'Italia, chiedendo tempo fino alla fine del mese. Oltre oceano Wall Street chiude in rialzo, col Dow Jones che guadagna lo 0,77% a 30.212,37 punti, il Nasdaq il 2,55% a 13.403,39 punti e l'indice S&P500 l'1,60% a 3.773,77 punti.

Argento, top da 8 anni grazie al "popolo" di Reddit

La "retail mania", che fa impennare quotazioni e volatilità su titoli azionari a partire dal fenomeno GameStop, sta portando i prezzi dell'argento ai massimi da 8 anni: il metallo prezioso ha toccato un massimo di 30 dollari l'oncia nel contratto spot salendo di oltre il 10% per poi ripiegare sui 28,4 dollari (+5%). Secondo Neil Wilson, chief market analyst di markets.com, i traders che utilizzano piattaforme social come Reddit stanno replicando quanto avvenuto per GameStop. Ma, aggiunge, vista l'ampiezza e la liquidità del mercato dell'argento non sarà facile innescare la copertura delle posizioni corte da parte degli hedge fund come avvenuto sull'azionario.

Loading...

A Milano strappa Atlantia su voci offerta Cdp entro fine mese

A Piazza Affari nel corso della seduta si è registrato l'exploit di Atlantia che, intorno a metà giornata, è scattata con un rialzo a due cifre chiudendo la seduta in testa al Ftse Mib. Le quotazioni, spiegano dalle sale operative, hanno reagito alle indiscrezioni che parlano di un'offerta di Cdp per l'88% della controllata Autostrade per l'Italia in arrivo entro fine febbraio. Il consorzio formato da Cdp e dai fondi Blackstone e Macquarie avrebbe inviato una lettera ad Atlantia in cui conferma di voler presentare un'offerta "binding", ma chiedendo tempo fino a fine mese. Nella missiva non vi sarebbe un'indicazione di prezzo, mentre indiscrezioni riportate da Bloomberg parlano di una valutazione del 100% di Aspi compresa tra gli 8,5 e i 9,5 miliardi.

Sul podio Azimut, ok Buzzi dopo extra dividendo

Bene a fine seduta il risparmio gestito con Azimut e Banca Mediolanum. A passo rapido le azioni Buzzi: la società ha staccato il dividendo straordinario di 0,75 euro per azione e il titolo, dopo la rettifica del prezzo legata a questa operazione, ha chiuso in rialzo.

Positiva anche Stellantis, in attesa dei dati sulle immatricolazioni di gennaio in Italia. Bene Ferrari che il 2 febbraio diffonderà i conti trimestrali e UniCredit: secondo le indiscrezioni, il nuovo ceo Andrea Orcel punterebbe a una aggregazione a tre con Mps e Banco Bpm. In coda invece i petroliferi, Eni in particolare. In controtendenza rispetto al settore Saipem che ha annunciato una commessa da 460 milioni di euro per un nuovo parco eolico in Normandia. Sottotono Pirelli. Balzo di Tiscali che, secondo indiscrezioni, sarebbe finita nel mirino dei piccoli investitori che frequentano la piattaforma Reddit.

Fuori dal listino principale, chiude in rialzo Mps dopo che Amco ha rimborsato 250 milioni del debito nei confronti di Ubs e JPMorgan. Brillante Technogym che ha annunciato di essere in grado di anticipare l'obiettivo di 300 milioni di euro di fatturato dal segmento "home fitness".

Andamento Piazza Affari FTSE Mib
Loading...

Spread con Bund in calo nel finale a 112 punti

I BTp scambiati sul secondario telematico Mts recuperano nella seconda parte di seduta dopo un avvio di ottava debole e lo spread con i Bund torna sui livelli di venerdì 29 gennaio. Nel finale il differenziale di rendimento tra il BTp decennale benchmark e il pari durata tedesco si attesta a 112 punti base, dai 115 segnalati dopo i primi scambi della mattinata. Il rendimento dei decennali italiani è indicato allo 0,62% dallo 0,63% di stamani (0,65% venerdì scorso).

Manifattura si rafforza in Italia, indici al top da 34 mesi

A gennaio l'indice Pmi, realizzato tra i responsabili acquisti delle grandi aziende manifatturiere, sale a 54,8 nella lettura definitiva. L'indice è in calo rispetto a dicembre. Nella prima lettura il dato per l’area euro era a 54,7 punti, sopra la linea dei 50 punti che divide l’area di espansione dalla contrazione. In calo il dato tedesco, bene Francia e Italia.

A gennaio l'indice Pmi manifatturiero dell'Italia calcolato da Ihs Markit è salito a 55,1 punti dai 52,8 punti di dicembre. Si tratta di un risultato oltre le attese degli economisti che indicavano quota 52,4 punti. "La ripresa manifatturiera italiana - commenta Ihs Markit - si è rafforzata nel nuovo anno, con una sostenuta ripresa della produzione». Un contesto che ha spinto l'indice Pmi al massimo di 34 mesi.

L'onda GameStop si sposta sull'argento

A creare incertezza in queste ore anche la vicenda GameStop , il titolo di una società di videogiochi, quotato a Wall Street, sul quale si sono scontrati piccoli trader con azioni coordinate e i grandi fondi di investimento hedge, i cosiddetti fondi speculativi che operano a leva (e spesso al ribasso). Più che per l'entità dei capitali coinvolti, la questione rileva per la possibile instabilità data da nuove forze che si affacciano a sorpresa sui mercati e che possono condizionarli.

In rialzo infine il petrolio, con i future del Wti con scadenza aprile in aumento a fine seduta dell'1% a 52,6 dollari al barile e quelli del Brent di pari scadenza in rialzo dell'1,02% a 55,6 dollari. Infine, sul valutario, l’euro perde quota e vale 1,2079 dollari (1,2136 venerdì 29 gennaio).

(Il Sole 24 Ore - Radiocor)

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti