Garda Trentino dalle sfide in gravel bike ai tracciati più facili a picco sul lago

7/7Weekend

I sapori dell’entroterra

L’arrivo dell’autunno richiama inevitabilmente alla mente le prelibatezze della zona. Le temperature miti e gli influssi del lago permettono la coltivazione nel Garda Trentino di specialità tipicamente mediterranee, come l’olio di oliva. Sempre grazie al particolare microclima, il territorio è ideale anche per la coltivazione di diversi vitigni. Tra i vini Doc, da segnalare il Nosiola - ricavato dal principale vitigno autoctono a bacca bianca del Trentino -, la Schiava e il Lagrein, lo Chardonnay (utilizzato sia per la produzione di vino sia per lo spumante metodo classico, come il Trentodoc), il Pinot Bianco, il Pinot Grigio, il Sauvignon, il Traminer aromatico, il Moscato Giallo e il Rebo da cui si ricava il Reboro. Da non dimenticare, inoltre, che dal vino viene prodotta un’altra eccellenza del territorio, l’aceto balsamico trentino, dalla cottura lenta del mosto di uve di Gewürztraminer. La cucina dell’alto Lago di Garda rappresenta il punto d’incontro tra lago e montagna. Il Lago di Garda ed il fiume Sarca sono zone altamente pescose ed ospitano molte specie di pesci, tra cui trote, coregoni, alborelle, agoni, lucci, tinche e persici. Se dai sapori delicati del lago si passa a quelli della terra è d’obbligo citare un classico della tradizione altogardesana, la carne salada, piatto antico preparato con i tagli magri della carne di manzo di prima scelta, salati e insaporiti con spezie e poi conservati in un luogo buio e fresco per circa 15 – 25 giorni.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti