ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùCinema

Oscar 2022: «I segni del cuore - Coda» è il miglior film di una serata surreale

Jane Campion ha vinto il premio Oscar per la migliore regia. Niente premi invece per Paolo Sorrentino, Enrico Casarosa e Massimo Cantini Parrini

di Stefano Biolchini e Andrea Chimento

Oscar: Jessica Chastain come una dea, Kristen Stewart super sexy bacia la sua Dylan

3' di lettura

Questa degli Oscar è stata una serata scontata e surreale, dove a trionfare non è stato il tanto discusso e mancato intervento del presidente ucraino Volodymyr Zelensky, ma incredibilmente un… pugno. Grande delusione anche per gli italiani in concorso che non hanno conquistato statuette.
Ma andiamo con ordine e partiamo dai film e dai protagonisti premiati. “I segni del cuore - Coda” diretto da Sian Heder è il film dell'anno: ad annunciare la statuetta più importante – andata a un film profondamente buonista – sono state una commovente Liza Minelli sulla sedia a rotelle e Lady Gaga (un film molto politically correct - come da tema conduttore e a tratti stanco dell’intera serata - per la cui analisi vi rimandiamo al commento in link).

Miglior regia

Jane Campion ha ottenuto la statuetta come miglior regista per “Il potere del cane”, mentre l'Oscar come miglior attrice protagonista è andato a Jessica Chastain per “Gli occhi di Tammy Faye”.

Loading...
La notte degli Oscar

La notte degli Oscar

Photogallery14 foto

Visualizza

Will Smith e il pugno a Chris Rock

Come da pronostico Will Smith ha vinto l'Oscar come migliore attore protagonista per il film “King Richard - Una famiglia vincente”. Ed è con lui che si arriva maldestramente all'acme della serata: Smith in lacrime ha ringraziato per il premio ricevuto, che però incoerentemente ha dedicato alla “pace, all'amore e alla protezione dei più deboli”. Ebbene, appena pochi istanti prima della premiazione, proprio lui aveva scagliato un pugno al presentatore Chris Rock, reo di aver pronunciato una battuta certamente infelice sul taglio di capelli della moglie dell'attore, Jada Pinkett. Smith poi è tornato al suo posto invitando a gran voce Rock a non nominare più la moglie: inutile aggiungere che l'episodio ha creato grave imbarazzo nella sala e l'hashtag con il nome Will Smith è immediatamente diventato un trend topic sui social. L’attore si è poi scusato, ma la serata già discutibile, forse la peggiore di sempre, è marchiata.

Capitolo da dimenticare.

L'Ucraina

Altro momento da evidenziare lo si è avuto quando la 94esima edizione della cerimonia si è fermata un minuto per l'Ucraina. Sullo schermo del Dolby Theatre di Los Angeles si legge: “anche se il film è una strada importante per esprimere la nostra umanità in tempi di conflitto, la realtà è che milioni di famiglie in Ucraina hanno bisogno di cibo, cure mediche, acqua e servizi di emergenza. le risorse sono scarse e noi come comunità globale possiamo fare di più. Vi chiediamo di sostenere l'Ucraina in ogni forma”.

Altri premi

Tornando ai premi, Ariana DeBose con “West Side Story” di Steven Spielberg ha vinto l'Oscar come migliore attrice non protagonista, mentre il miglior attore non protagonista è l'ottimo Troy Kotsur per “I segni del cuore – Coda”, primo uomo sordomuto a vincere la statuetta.

Oscar 2022: il red carpet

Oscar 2022: il red carpet

Photogallery33 foto

Visualizza

Delusione per il cinema italiano

Nessuno dei tre italiani candidati si è aggiudicato la statuetta. Come ampiamente previsto “Drive my car” del giapponese Ryusuke Hamaguchi ha vinto il premio Oscar come miglior film internazionale fermando la corsa per un secondo Oscar a Paolo Sorrentino con il suo intimo e denso “E' stata la mano di Dio”. Sempre come da copione, il film Disney “Encanto” ha vinto nella categoria miglior film d'animazione (niente da fare in questa categoria anche per “Luca” di Enrico Casarosa). Jenny Beavan ha vinto l'Oscar per i miglior costumi per il film “Crudelia” lasciando a bocca asciutta l'italiano Massimo Cantini Parrini, che era candidato insieme a Jacqueline Durran per i costumi di Cyrano.

Sian Heder

Kenneth Branagh ha vinto l'Oscar per la migliore sceneggiatura originale per “Belfast”, mentre Sian Heder ha vinto quello per la miglior sceneggiatura non originale con “I segni del cuore – Coda”.“Summer of Soul” ha vinto l'Oscar come miglior film documentario. È diretto da Ahmir “Questlove” Thompson e racconta l'annata 1969 dell'Harlem Cultural Festival. Billie Eilish e Finneas O'Connell hanno vinto l'Oscar per la migliore canzone originale per il film “007 No Time to Die” di cui sono autori di musica e testo. Per quanto riguarda i premi tecnici: la miglior fotografia, scenografia, montaggio, colonna sonora, sonoro ed effetti speciali sono andati a “Dune” (trionfatore della serata con 6 statuette). Il premio per il miglior trucco è invece andato a “Gli occhi” di Tammy Faye

I 50 anni de “Il Padrino”

Infine, da segnalare una meritatissima standing ovation per Francis Ford Coppola. Il regista è stato invitato a salire sul palco per celebrare i 50 anni de “Il Padrino” insieme ad Al Pacino e Robert De Niro. “Momenti come questi devono essere sinceri e belli, sono davvero pieno di gratitudine per questi due amici che sono qui con me. Grazie e viva l'Ucraina”, ha detto il regista. In poche parole, una sintesi per tutto il cinema, compreso il doveroso impegno


Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti