ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùIstituti di credito

I timori per la frenata dell'economia zavorrano le banche, giù UniCredit a Piazza Affari

Le prospettive di rallentamento dell'economia globale, rese più preoccupanti da banche centrali che prevedono di dover continuare ad agire in modo aggressivo contro l'inflazione, penalizzano i titoli del credito

di Paolo Paronetto

(ANSA)

1' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Le prospettive di rallentamento dell'economia globale, rese più preoccupanti da banche centrali che prevedono di dover continuare ad agire in modo aggressivo contro l'inflazione, penalizzano i titoli bancari a Piazza Affari. La corsa dei prezzi al consumo e l'allargamento dello spread tra i rendimenti dei titoli di Stato complicano inoltre la situazione del nostro Paese, come notato nel week end dal capo economista di Moody’s Analytics, Mark Zandi. Gli investitori sembrano così privilegiare al momento l'impatto di un ciclo economico negativo sui bilanci degli istituti di credito, tralasciando l'effetto positivo dell'incremento dei tassi sul margine di interesse, fattore del resto già scontato dalle quotazioni con i rialzi seguiti alla pubblicazione dei conti semestrali. A Piazza Affari le vendite colpiscono così Banco Bpm, Mediobanca, Intesa Sanpaolo, Banca Pop Er e Unicredit nonostante proprio i dati di bilancio resi noti nelle ultime settimane abbiano confermato la solidità del settore.

Ma Isp incassa endorsement del cio dei fondi Harris Capital

Intesa, inoltre, ha incassato in mattinata l'endorsement del chief investment officer dei fondi Harris Capital, David Herro. In un'intervista a Bloomberg Tv, Herro ha inserito l'istituto guidato dall'a.d. Carlo Messina tra le tre migliori banche in Europa. Tra i fattori alla base della decisione «una valutazione estremamente attraente, utili in crescita, capitale in eccesso, uso del capitale sia per far crescere il business che per remunerare gli azionisti, elevati rendimenti da dividendi e cedole in crescita».

Loading...
Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti