Etf

I videogiochi approdono sull’EtfPlus di Piazza Affari

di Lucilla Incorvati


default onloading pic

1' di lettura

I videogiochi non sono solo puro divertimento. In alcune Facoltà di ingegneria e medicina - con diverse angolazioni - sono ormai diventati una disciplina di studio e per il Comitato Internazione Olimpico (Cio) possono essere considerati uno sport a tutti gli effetti e rientrare tra le discipline presenti alle prossime Olimpiadi di Tokio nel 2020. Ma da oggi il settore del gaming può essere anche oggetto di investimento da parte dei risparmiatori italiani.

Da oggi sul segmento EtfPlus di Borsa Italiana è possibile negoziare l’Etf VanEck Vectors Video Gaming and eSport, che offre agli investitori l’opportunità di replicare la performance complessiva delle società attive nel segmento del video gaming e degli eSport, in particolare di quelle che generano oltre il 50% dei propri ricavi da questo segmento. Il costo annuale dell’Etf è pari allo 0,55%.

«Solo pochi anni fa, le storie di successo di stadi gremiti di tifosi, milioni di telespettatori, sponsor di alto livello e importanti attività di marketing e comunicazione erano appannaggio di sport come il calcio, il football, il baseball o il rugby. Oggi, invece, l'attenzione è concentrata sul mondo del video gaming e degli eSport», spiega Ed Lopez, responsabile Etf Product di VanEck.

Gli eSport hanno quindi portato i videogiochi dal salotto alle aule univesitarie, all’interno degli stadi e anche a Piazza Affari.


Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...