enoturismo

I vitigni dell’Irpinia ora si possono anche adottare

Il pacchetto prevede una visita ai vigneti e alla cantina scelta tra le 22 che hanno già aderito al progetto

di G.d.O.

default onloading pic
(isaac74 - stock.adobe.com)

2' di lettura

Una full immersion nella viticoltura irpina, una delle aree viticole di maggiore tradizione ma anche di grande potenziale non solo del Mezzogiorno ma d'Italia. È online il sito Vitigniirpini.com dove è possibile acquistare dei veri propri pacchetti per una full immersion nelle tre Docg irpine: Taurasi (rosso da uve Aglianico), e i due bianchi Greco di Tufo e Fiano di Avellino. Un viaggio che prevede ovviamente l'acquisto di vino, un soggiorno per due persone in Irpinia, la degustazione di prodotti tipici locali e infine l'adozione di una vigna.

«Col progetto “Adotta una Vite”– spiega l'ideatore Michele Bello – si può seguire da vicino per un'intera vigna o anche per un singolo filare l'intero ciclo produttivo dalla crescita dei grappoli fino all'imbottigliamento. Nel pacchetto è infatti prevista una visita ai vigneti e alla cantina scelta tra le 22 che hanno già aderito al progetto. L'enoappassionato potrà ricevere subito tre bottiglie dell'annata già in commercio oltre a 6 bottiglie con etichette personalizzate prodotte dalla vigna adottata e molto altro»

Loading...

Il pacchetto di vitigniirpini.com infatti prevede oltre al certificato di adozione per la vigna e la cantina prescelte e le bottiglie, un soggiorno con pernottamento e colazione in Irpinia, una degustazione sempre per due persone di prodotti tipici irpini in abbinamento con i vini presso la cantina prescelta e infine uno sconto del 10% per gli acquisti nello shop online.

«Per il pernottamento – aggiunge Bello – sarà importante comunicare le date scelte con almeno un mese di anticipo, perché è vero che molte cantine hanno la possibilità di offrire accoglienza ma le disponibilità non sono infinite. In tutti i modi cercheremo di garantire il pernottamento almeno nei paraggi dell'azienda prescelta».

All’esordio sono 22 le cantine del territorio che hanno aderito ma sono in corso trattative per allargare la compagine. «Abbiamo deciso di cominciare con un primo gruppo di aziende meno note al grande pubblico – aggiunge Bello – ma ci auguriamo di coinvolgere nel nostro progetto quante più imprese sarà possibile».
«La nostra iniziativa punta a promuovere il nostro territorio facendo perno sulle cantine. Si tratta di un punto di partenza. Siamo già al lavoro per aggiungere, oltre al progetto dedicato al vino, tour con pacchetti personalizzati per visitare anche borghi, santuari e centri storici dell'Irpinia, con tanto di escursioni tra le montagne del nostro Appennino». I pacchetti di vitigniirpini.com hanno un costo di 550 euro se abbinati alla Docg Taurasi e di 450 euro per le due Docg del Greco di Tufo e del Fiano di Avellino.

Il pacchetto di vitigniirpini.com non è la prima iniziativa di promozionale nata in questi difficili mesi in Irpinia. Prima dell'estate un progetto fu lanciato dalla griffe Feudi di San Gregorio e prevedeva in joint l'acquisto di vini e un pranzo o una cena in una trattoria tipica del territorio.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti