Saloni dell’auto

IAA Mobility 2021, le novità in anteprima dalla A alla Z

Mancano ormai poche settimane dall'apertura del Salone dell’auto di Monaco. Si tratta della prima grande rassegna automobilistica europea da quasi due anni, da quando il salone di Ginevra è stato cancellato a causa della pandemia.

di Corrado Canali

5' di lettura

Monaco 2021 è anche l’inizio di una nuova location per il classico motor show biennale che si svolgeva in Germania: la precedente sede era il centro fieristico di Francoforte. Chissà se le Case di automobili hanno ancora un bisogno di tornare a mostrando i loro nuovi modelli. Considerato che l’elenco dei partecipanti non è così lungo come in passato sembrerebbe di no, ma ci sono tanti modelli in programma e forse lo show potrebbe rivelarsi una sorpresa.

Audi, due concept fra le novità annunciate

Si parte con la GrandSphere Concept, una show che anticipa una futura auto di lusso del brand dei quattro anelli accreditata fra l'altro di un'autonomia di Livello 4. Potrebbe essere affiancata da un'altra concept, la SkySphere che viene esposta per la prima volta al Concorso di Pebble Beach a Ferragosto in California, ma che potrebbe essere anche a Monaco. L'altra concept è la A6 e-tron che aveva debutatto al Salone di Shanghai nei mesi scorsi. A cui si aggiunge la sportiva media RS3 proposta nella nuova generazione della sportiva con 400 cv di potenza e 500 Nm di coppia per 290 kmh.

Loading...

Bmw la vetrina della i4, la Gran Coupè batteria

Elettrico e piacere di guida. È l’approccio che il brand di Monaco ha adottato per la i4, una berlina-coupé sportiva che rielabora in chiave elettrica le caratteristiche tipiche delle auto Bmw. La quattro porte a batteria sarà disponibile a partire da novembre in due diverse varianti, la i4 eDrive40 e i4 M50. Le due i4 offrono la stessa tecnologia elettrificata da 340 cv e con la trazione posteriore per la i4 eDrive40 con 590 km di autonomia dichiarata o la trazione integrale da 544 cv per la più potente i4 M50 e 510 km di autonomia.

Cupra, primo debutto in pubblico della Born

La cinque porte è il risultato delle sinergie interne al gruppo Vw: sfrutta, infatti, la piattaforma Meb, la stessa delle ID.3 e ID.4, ma design e specifiche tecniche sono studiate per unaEv dal sapore sportiveggiante. La produzione sarà avviata a settembre e la commercializzazione sarà integrata anche da inedite forme di noleggio mensile. La Born verrà offerta in 2 varianti a trazione posteriore da 150 cv o 204 cv con 310 Nm di coppia e tre tagli di batteria, ma la più potente potrà contare anche sull’e-boost per raggiungere un picco di 231 cv e toccare i 100 kmh in 6,6 secondi. Con le batterie da 77 kWh, l’autonomia è pari a 540 km ma in città si arrivare fino a 780 km. Per la versione da 58 kWh il valore è pari a 420 km, mentre la versione base da 45 kWh si ferma a 340 km.

Dacia una nuova sette posti su tre file

La Casa rumena presenterà una nuova vettura a sette posti, ma i dettagli sul nome e sulle caratteristiche del modello non sono ancora stati forniti. L’ipotesi, tuttavia, è che si tratti di una multispazio capace di sostituire in un colpo la Dokker, la wagon Logan MCV e il monovolume Lodgy: quest’ultimo è rimasta l’unico della gamma a non essere stato aggiornato, visto che è stato lanciato il restyling della Duster, oltre alle Sandero e Logan e dell’inedita Spring elettrica. Monaco è anche l’occasione per presentare la nuova identità del marchio Dacia.

Mercedes tante novità all'insegna dell'elettrificazione

Si parte con la EQE, una berlina elettrica che verrà presentata sotto forma di prototipo, ma con caratteristiche molto vicine alla variante di produzione. Oltre a condividere la piattaforma Eva della EQS le due vetture sembrerebbero avere un’impostazione stilistica molto simile, come dimostra l’andamento del tetto e il taglio dei gruppi ottici posteriori. Le somiglianze continuano anche nell’abitacolo caratterizzato da un’unica superficie vetrata che integra tre display: uno per la strumentazione digitale, uno per l’infotainment e uno dedicato al passeggero anteriore. La concept della EQE sarà affiancata da altre anteprime: il prototipo del suv Mercedes-Maybach derivata dalla EQS, la prima AMG elettrica e la l’attesa versione ad alte prestazioni della EQS oltre alla prima AMG elettrificata con tecnologia E Performance. Non escluse le sorprese.

Mini la Vision Urbanaut debutta in pubblico

Una concept dedicata alla mobilità urbana. Gli indizi testuali sono esigui, ma l’immagine risulta comunque sufficiente a riconoscere il veicolo: si tratta della Vision Urbanaut presentata in forma virtuale nel novembre del 2020 e ora trasformata in un vero prototipo one-off. Per realizzare la Vision Urbanaut, i tecnici hanno immaginato un concetto di mobilità basato su tre diversi Mini Moments, ovvero una serie di occasioni in cui la vettura può essere usata dagli utenti a seconda di vari contesti, denominati Chill, Wanderlust e Vibe. Attraverso uno speciale Token è quindi possibile modificare la forma e la funzione del mezzo, che cambierà sia fuori sia, soprattutto, dentro l’abitacolo. Nella prima modalità, la Urbanaut si trasforma in un’area relax da sfruttare da fermo, attivando elementi che richiamano al mondo della natura. Nella parte Wanderlust, invece, tutto è votato al viaggio e all’esplorazione. In Vibe, infine, si crea uno spazio d’incontro dove condividere contenuti multimediali.

Porsche, due anteprime mondiali a Monaco

Si parte con la versione a tutto campo del suv Cayenne, la GT, a cui aggiunge la versione aggiornata del compatto Macan aggiornata con nuovi motori e tanta tecnologia in attesa della versione elettrica che arriverà nel 2023. Per riconoscere la nuova Macan è sufficiente osservare la mascherina frontale, ora più larga e aggressiva, dotata di finitura nera sulla variante GTS. Sono inoltre previsti per tutta la gamma un nuovo diffusore, i gruppi ottici a Led e gli specchietti Sport Design. Le novità sono più evidenti dentro, dove debutta una plancia rinnovata con la console centrale ridisegnata per allinearsi agli altri modelli Porsche: previsti comandi a sfioramento e una nuova leva del cambio, inoltre l’infotainment di ultima generazione viene gestito attraverso lo schermo da 10,9 pollici. Il volante GT Sport è in comune con la Porsche 911.

Smart, il primo suv ad alimentazione elettrica

Anticipando il totale cambio di strategia rispetto alla storia del marchio come l’abbiamo conosciuto fino ad oggi. La vettura che è destinata ai principali mercati internazionali dovrebbe sistemarsi sul mercato al di sotto delle elettriche EQ entry level. Geely che ha il 50% del marchio Smart ha deciso insieme a Mercedes di entrare in un nuovo segmento di mercato realizzando un crossover elettrico per la quale è stato quindi sviluppato un design che ha poco a che vedere con le attuali ForTwo e ForFour. Resta a questo punto da capire quale sarà in futuro il pacchetto finale offerto dalla nuova gamma Smart.

Renault debutta la prima Megane a batteria

La Régie ha diffuso alcune immagini delle vetture di pre-serie, caratterizzate da una camuffatura che permette di cogliere alcuni elementi del design: partendo dal frontale spiccano infatti i sottili fari anteriori dall'ormai tipica forma a C, i quali sono collegati tra loro attraverso un sottile linea a Led che viene interrotta solamente dal nuovo logo della Casa, posto al centro della calandra, che debutterà proprio sulla nuova elettrica. La fiancata, invece, è contraddistinta da una linea di cintura molto particolare, che sale decisa verso la coda e presenta un piccolo gradino in prossimità del terzo montante, dove sono state integrate le maniglie degli sportelli posteriori, mentre quelle delle porte anteriori sono a filo della carrozzeria. Un altro dettaglio è il profilo di plastica nera attorno ai passaruota, che sottolinea la maggiore altezza da terra e ribadisce come Mégane sia diventata una vera Suv, mentre lo sportello per la ricarica è posizionato sul parafango anteriore destro.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti