Elliott Erwitt in mostra a Pavia

Icone del Novecento

di Eliana Di Caro


default onloading pic
Elliott Erwitt, New York, 1956, American actress Marilyn Monroe (© Elliott Erwitt/MAGNUM PHOTOS)

2' di lettura

Da Che Guevara a Marlene Dietrich, da Marilyn Monroe a Richard Nixon, da Jackie Kennedy a Nikita Khrushchev: sono 70 le immagini di Elliott Erwitt che si possono ammirare a Pavia, nella mostra che si è appena aperta alle Scuderie del Castello Visconteo e che andrà avanti fino al 27 gennaio. Si chiama “Icons”, perché sono icone del nostro tempo colte da uno dei maestri della fotografia nel corso dei suoi 90 anni, cui si affiancano luoghi e situazioni che offrono uno spaccato del Novecento (come la foto che documenta la segregazione razziale negli Stati Uniti, qui nella gallery). Nato in Francia da una famiglia di emigrati russi, passa i suoi primi anni in Italia, ritorna nel Paese natio e poi si trasferisce negli Stati Uniti nel 1939, stabilendosi dapprima a New York, poi, dopo due anni, a Los Angeles. Sarà sempre mobile, curioso, ironico. Durante i suoi studi alla Hollywood High School, Erwitt lavora in un laboratorio di fotografia sviluppando stampe “firmate” per i fan delle star di Hollywood.

L’occhio di Elliott Erwitt

L’occhio di Elliott Erwitt

Photogallery7 foto

Visualizza

È l'incontro con personalità come Edward Steichen, Robert Capa e Roy Stryker a segnare un salto di qualità: apprezzano i suoi lavori al punto da diventare suoi mentori. Nel 1953 Erwitt viene invitato da Capa, socio fondatore, ad unirsi a Magnum Photos in qualità di membro: ne diventerà presidente nel 1968. Ancora oggi è attivo e resta un punto di riferimento. Nella retrospettiva pavese compaiono le diverse anime di Erwitt, compresa quella più ironica, rappresentata dalle immagini del matrimonio di Bratsk o da quelle dei suoi cani. Attraverso il percorso espositivo si gira l'Europa, dall'Ungheria all'Irlanda, dalla Francia all'Inghilterra, oltre che naturalmente gli Stati Uniti, accompagnati dal suo elegantissimo bianco e nero.
La mostra, curata da Biba Giacchetti, si chiude con una sezione documentale che presenta giornali e pubblicazioni originali su cui comparvero per la prima volta le immagini.

ELLIOTT ERWITT. ICONS, Pavia, Scuderie del Castello Visconteo (viale XI Febbraio, 35). Fino al 27 gennaio 2019; Dal martedì al venerdì: 10.00-13.00/14.00-18.00. Sabato, domenica e festivi: 10.00 - 20.00; con audioguida; www.scuderiepavia.com

    Brand connect

    Loading...

    Newsletter

    Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

    Iscriviti
    Loading...