In mezzo alla natura

Idee regalo e turismo verde, tra giardini, alberi secolari e vigne urbane

I percorsi per scoprire i segreti di vivaisti, enologi e progettisti e un'idea nuova per il terrazzo di casa: una piantagione di tè in miniatura.

di Amelia Merciadri

I vigneti ritrovati della Laguna di Venezia.

4' di lettura

Tra innamorati rappresenta l'unione perfetta, mentre donata a un uomo è messaggera di buona fortuna. È la Camellia sinensis, pianta le cui foglie e i cui germogli sono usati per produrre il tè.
Simboleggia stima, gratitudine e ammirazione ed è stata scelta da Orticolario come proposta di regalo per questo Natale 2021. Oltre a rendere più elegante il terrazzo o il giardino con i suoi tanti boccioli, che all'arrivo dell'inverno sbocciano in fiori bianchi, dà la possibilità – per chi vuole cimentarsi – di sorseggiare il proprio tè, italiano, di qualità e a chilometro zero. Le piantine provengono infatti dalla piantagione di tè della Compagnia del Lago Maggiore, la più grande dell'Europa continentale.

Orticolario online. Il giardino giapponese, attraverso la piattaforma The Origin.

È una pianta resistente: basta accomodarla in un terreno non calcareo, mentre se la si lascia in vaso è bene avere l'accortezza di tenerla all'ombra. “La Camellia sinensis è speciale, sempreverde come deve essere la curiosità di un appassionato della natura – racconta Moritz Mantero, presidente di Orticolario – I suoi fiori sono molto amati dalle api, mentre i suoi germogli, nell'acqua calda, danno vita a una vera magia, trasformandosi in una buona occasione di relax”.

Loading...

La vendita di questa raffinata ed elegante camelia è esclusiva: la disponibilità di Orticolario è limitata a 200 esemplari e l'intero ricavato verrà devoluto al Fondo Amici di Orticolario“, per il sostegno dei progetti sociali di associazioni benefiche che operano sul territorio lariano e per le iniziative culturali dell'associazione.

La Camellia sinensis, scelta da Orticolario come proposta di regalo per questo Natale 2021.

Teatro di Orticolario è il parco botanico di Villa Erba a Cernobbio, in provincia di Como, dimora ottocentesca affacciata sulle sponde del Lago di Como, residenza estiva dell'infanzia del regista Luchino Visconti. L'evento espone giardini tematici e installazioni, oltre a un’ampia offerta di piante rare, insolite e da collezione, artigianato artistico e design con più di 290 espositori selezionati.
Coloro che non possono recarsi a Cernobbio, possono scoprire Orticolario online attraverso la piattaforma The Origin, fruibile anche con visori di realtà virtuale: grazie a una mappatura sperimentale e pioneristica, consente all'utente di fare un virtual tour 3D in qualsiasi angolo di Villa Erba e del suo parco, di passeggiare davanti al lago e tra alberi secolari, mentre s'incontrano eventi e proposte di vivaisti, artigiani.

Orticolario online. Il lungolago, attraverso la piattaforma The Origin.

L'idea è quella di incentivare il turismo slow, alla scoperta di luoghi e paesaggi, interessato alle bellezze della natura, per conoscere piante rare e preziose, composizioni verdi, in una cornice incantevole. Lo stesso presupposto anima un altro progetto che trova il suo set naturale en plein air. A portarlo avanti è la Urban Vineyards Association, associazione che riunisce le vigne urbane. Rappresenta, tra le altre, la Vigna della Regina all'interno di Villa della Regina a Torino, i vigneti ritrovati della Laguna di Venezia, la Vigna di Leonardo all'interno della casa degli Atellani a Milano e la vigna Clos Montmartre di Parigi.

La Vigna della Regina all’interno di Villa della Regina a Torino.

Punta a sviluppare attorno all'iniziativa un turismo che non sia solo enologico, ma soprattutto artistico e culturale nelle città dove si trovano le vigne, attraverso percorsi di trekking urbano. Recentemente hanno fatto il loro ingresso la Etna Urban Winery di Catania, impiantata alle pendici dell'Etna in ingresso alla città, e i filari di Rooftop Reds che si trovano sui tetti di Brooklyn a New York, prima città extraeuropea a entrare nella rete. Rinnestare la vite in contesti urbani dove l'evoluzione dell'uomo l'ha cancellata durante i secoli è lo spirito che anima gli associati. Nell'antichità le vigne urbane, così come gli orti, facevano parte abitualmente del paesaggio.

La Vigna di Leonardo all’interno della casa degli Atellani a Milano.

La storia della Etna Urban Winery parte nel 2018 quando sette cugini decidono di riportare in vita l'azienda vitivinicola di famiglia, dismessa negli anni Sessanta, dopo quasi 300 anni di attività. Reimpiantano le viti nei terreni di proprietà, abbandonati, che si trovano ormai in un contesto cittadino, perché l'urbanizzazione che ha preso piede dal secondo dopoguerra ha di fatto allargato il perimetro di Catania, fino ad arrivare alle pendici del vulcano. Nel settembre 2021, dopo oltre cinquant'anni dall'ultima volta, è stata portata a termine la prima vendemmia.

La vigna Clos Montmartre di Parigi.

Percorso diverso per il Rooftop Reds di New York. Per la sua realizzazione, frutto di un'idea di Devin Shoemaker e sviluppata in collaborazione con le aziende vinicole della regione di Finger Lake e con la Cornell University, è stato realizzato un sistema di piantumazione urbana personalizzato: le viti sono state disposte in 42 vasi tecnici che coprono il tetto dell'edificio su una superficie di 1.380 metri quadrati. Dopo sette anni Rooftop Reds è arrivato a produrre tra le 200 e le 250 bottiglie di vino ottenute dalle principali varietà rosse della regione di Bordeaux.

La Etna Urban Winery di Catania, impiantata alle pendici dell’Etna in ingresso alla città.

La rete, che dopo gli ultimi ingressi comprende 12 vigne, è pronta ad accogliere nuovi soci: in lizza per entrare ci sono il Rooftop Reds Tokyo Project, e poi realtà che si trovano a Berlino, Praga, Londra e Stoccarda. Per un turismo di prossimità, sostenibile, enoturistico e culturale.

I filari di Rooftop Reds che si trovano sui tetti di Brooklyn a New York.

Riproduzione riservata ©

loading...

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti