STANZIALI O ON THE ROAD 

Idee di viaggio per i Ponti del 25 aprile e Primo Maggio

di Sara Magro

4' di lettura

Dando un'occhiata al calendario ci si rende conto che quest'anno è avaro di ponti. Unica eccezione, il periodo a cavallo tra il 25 aprile e il 1° maggio: prendendo cinque giorni di ferie si può stare a casa dal lavoro per ben 11 giorni. Ecco qualche suggerimento, in Europa e oltreoceano, per chi non vede l'ora di fare un break in attesa delle vacanze estive.

Relax e cultura in Slovenia
Una meta oltreconfine ma facile da raggiungibile in auto, per chi ha bisogno di ritemprare corpo e mente: le Terme di Rimske Toplice, che si trovano in prossimità del comune di Lasko, a 180 km da Trieste, conosciute fin dai tempi dei Romani per le loro proprietà terapeutiche. Un bagno in queste acque dai molteplici poteri curativi può trasformarsi in un'immersione nella storia perché qui le tracce del passato sono disseminate un po' ovunque. A cominciare dalle antiche vasche di marmo di Carrara, come quella costruita su misura a Murano per la principessa Murat, sorella di Napoleone. Senza dimenticare le quattro epigrafi latine che ornano la corte delle Ninfe e le enormi sequoie donate da Vittoria di Sassonia-Coburgo-Gotha, regina di Prussia e imperatrice di Germania. Chi desidera abbinare al relax l'arte e la cultura, può fare un salto nella vicina cittadina medievale di Celje che custodisce i resti di una necropoli romana e dell'antica Celeia, con imponenti statue di marmo e porzioni di colonne. Diverse le proposte di soggiorno a ottimi prezzi in occasione del 25 aprile e del 1° maggio.

Loading...

Vacanze da nobili Re per una notte (ma anche di più)
Basta collegarsi al sito inglese www.landmarktrust.org.uk e cercare la dimora storica di prestigio che più si addice alla propria personalità. La scelta è vastissima, soprattutto in Gran Bretagna, ma ci sono numerose proposte in tutta Europa, Italia compresa: una selezione particolarmente indicata per chi ha una famiglia numerosa o vuole passare le vacanze con un gruppo di amici. Sono già moltissime le case online per la prossima estate, ma anche per la primavera la scelta è ampia nella sezione “Spring breaks”. Un esempio?

Monastero Sant’Antonio a Tivoli

Sant'Antonio, un antico monastero a Tivoli, poco distante da Roma, costruito sopra una villa romana molto probabilmente appartenuta al poeta Orazio, con 12 posti letto (4 stanze doppie, due matrimoniali), tutte le stanze hanno finestre affacciate sulla valle.

Com'è trendy la Polonia
Città, castelli, siti Unesco, parchi naturali, spa, centri termali e le spiagge del Mar Baltico: alla Polonia, una delle destinazioni emergenti nel panorama europeo, non manca niente per conquistare i visitatori. A cominciare da Varsavia, completamente distrutta durante la Seconda guerra mondiale, ma oggi vivacissima e dinamica, con uno skyline futuristico dominato da Zlota44, un grattacielo di 192 metri, firmato dall'architetto star Daniel Libeskind. Senza dimenticare i vasti spazi verdi, le spiagge urbane sul fiume Vistola, il Museo Fryderyk Chopin, quello degli Ebrei polacchi e il Centro della scienza Copernico, paradiso dell'infotainment per i più piccoli.

Danzica (Michal Bednarek / courtesy Ente Nazionale Polacco per il Turismo)

Altra meta imperdibile Cracovia, con la più grande piazza medievale del'Europa, e il quartiere Nowa Huta, costruito in piena Guerra fredda, seguendo il modello urbanistico sovietico. La città è inoltre il punto di partenza per la visita al campo di concentramento nazista di Auschwitz Birkenau, triste ma imperdibile. A nord, sulla costa baltica, c'è Danzica, eletta “European best destination 2017” e quest'anno selezionata tra le “Top destinations on the rise” secondo TripAdvisor: una città piena di monumenti che ne rispecchiamo la storia, famosa per l'ambra e per essere stata la culla della libertà del Paese. Degni di nota anche i parchi naturali polacchi, per esempio la Riserva della biosfera di Bialowieza, al confine con la Bielorussia, che ospita le parti più importanti dell'unica foresta vergine d'Europa.

Danzica (Patryk Kosmider / courtesy Ente Nazionale Polacco per il Turismo)

Scoprire Minorca a piedi
Anche se è presto per fare il bagno, le Baleari sono una garanzia per chi è in cerca di un clima mite e tanto sole. L'isola di Minorca, per esempio, oltre a vantare belle spiagge, siti archeologici e imponenti fortezze, offre un entroterra ideale per gli escursionisiti. Basti pensare al Cami de Cavalls, costruito dagli inglesi come percorso difensivo, che si snoda per 157 km lungo la costa attraversando canyon, vallate e torrenti. In tutto le tappe sono 20, partendo da Mahon, la capitale, o da dove si vuole. Per esempio, dal parco naturale dell'Albufera des Grau, paradiso del bird watching. Molto diverso il paesaggio che caratterizza le tappe Es Grau e Favàritx: qui ci sono rocce d'arenaria e lavagna prive di vegetazione, a eccezione dei socarrells, cespugli a forma di cuscino seccati dal vento e dalla salsedine. Naturalmente il percorso tocca anche spiagge dalle acque limpide, come Cala Mitjana e Cala Mitjaneta. Se a tutto ciò aggiungiamo che Minorca è anche una meta gastronomica in grado di soddisfare i palati più esigenti, è facile capire perché la mancanza della vita di spiaggia non si farà sentire troppo.

Washington AAHC Museum

Sulle tracce di Martin Luther King
Il 4 aprile è stato il 50° anniversario dell'assassinio di Martin Luther King, indimenticabile leader del movimento per i diritti civili degli afroamericani. Una ricorrenza importante, che può essere lo spunto per scoprire un'America diversa. Da quest'anno si può infatti seguire l'Us Civil Rights Trail, ovvero l'itinerario dei diritti civili, inaugurato in gennaio dal prestigioso National Park Service americano, che scandisce le tappe più significative del cammino dei neri americani verso l'emancipazione.

Un percorso che coinvolge ben 14 Stati, molti dei quali nel sud, ma si può limitare la visita ai luoghi cruciali, come il Lorrain Motel di Memphis (Tennessee), dove King fu ucciso, oggi cuore del Civil Rights Museum, e Atlanta (Georgia), dove c'è la casa natale dell'attivista. Per raggiungere queste due città dall'Europa, l'ideale è fare tappa a Washington in modo da vedere altri due luoghi simbolici: il Lincoln Memorial davanti al quale, al termine di una marcia per i diritti civili, King tenne il celebre discorso “I have a dream”, e il Martin Luther King Memorial, vicino allo Smithsonian National Museum of African American History & Culture, che documenta vita, arte, storia e cultura degli afroamericani.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti