ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùEmergenza Covid

Da lunedì anche Liguria, Veneto, Umbria e Abruzzo in zona bianca

Si aggiungono a Sardegna, Friuli e Molise. Il 14 giugno sarà la volta di Lombardia, Piemonte, Emilia Romagna, Lazio, Puglia e provincia autonomia di Trento. Tutte le altre dovrebbero centrare l’obiettivo il 21 giugno, tranne la Valle d’Aosta (ultima) il 28 giugno

di Andrea Gagliardi

Aggiornato il 04 giugno 2021, ore 16:36

Coronavirus: bollettino del 2 giugno 2021

2' di lettura

Da lunedì 7 giugno Abruzzo, Liguria, Umbria e Veneto passeranno in zona bianca. Il ministro della Salute Roberto Speranza ha firmato in giornata una nuova ordinanza sulla base dei dati e delle indicazioni della Cabina di regia. L’Italia gialla procede dunque a passi rapidi verso la fascia bianca. Apripista sono state Friuli Venezia Giulia, Molise e Sardegna, prime a passare lo scorso 31 maggio nella fascia con minori restrizioni.

Il calendario dei passaggi in zona bianca

Servono tre monitoraggi consecutivi con meno di 50 casi settimanali ogni 100mila abitanti per il passaggio in zona bianca. Lunedì 7 giugno toccherà ad altre quattro regioni: Liguria (21), Veneto (19), Umbria (25) e Abruzzo (21). E il monitoraggio di venerdì 4 giugno certificherà questo requisito. Ma il calo dei contagi (grazie al progredire della campagna vaccinale) continua lento e inesorabile in tutto il Paese. Sono altre sei le regioni che, a meno di colpi di scena, saranno promosse in fascia bianca il 14 giugno: Lombardia (31), Piemonte (33), Emilia Romagna (30), Lazio (30), Puglia (31) e provincia autonomia di Trento (35).

Loading...

Valle d’Aosta ultima regione in giallo

Non solo. Il monitoraggio del 4 giugno certificherà anche la prima settimana di incidenza dei contagi sotto i 50 positivi ogni 100mila abitanti di ulteriori 7 regioni: Toscana (38), Marche (34), Campania (43), Basilicata (35), Calabria (43), Sicilia (47) e Alto Adige (41), che potrebbero raggiungere quindi la zona bianca il 21 giugno. Solo la Valle d’Aosta è ancora sopra la soglia critica (56). Ma il trend dei contagi è in calo anche lì. In base alle proiezioni dovrebbe scendere sotto la soglia critica in occasione del monitoraggio dell’11 giugno. Con la promozione anche della Valle d’Aosta in fascia bianca il 28 giugno, l’Italia si ritroverebbe tutta in una situazione di quasi normalità.

E gli effetti dell’allargamento delle maglie non sembrano per fortuna pesare negativamente sui territori: nel Molise, in zona bianca già da due settimane, l’incidenza è scesa 9 casi ogni 100mila abitanti negli ultimi sette giorni. In Friuli a 16 e in Sardegna a 14.


Le regole in vigore in zona bianca

In zona bianca la situazione è di semi-normalità. Non vige il coprifuoco (la cui abolizione è prevista comunque anche in zona gialla dal 21 giugno). Si applicano solo le misure anti contagio (distanziamento, igiene e mascherine). E sono state anticipate le riaperture delle attività economiche e sociali previste per la zona gialla. Sono ripartite perciò fiere, congressi, parchi a tema. Ma anche feste di nozze (con green pass per gli invitati) piscine al chiuso, sale giochi, stabilimenti termali e palazzetti dello sport al chiuso. Le discoteche sono aperte solo per il servizio bar e ristorante, perché ancora è vietato ballare. Allo studio l’ipotesi di consentire il ritorno in pista muniti di green pass.

Quanto a bar e ristoranti non è previsto nessun limite per i tavoli all’aperto. Il governo ha accettato la proposta della Conferenza delle regioni e delle province autonome di far cadere i limiti all’aperto per le attività di ristorazione e di estendere - in via temporanea e per farlo decadere dopo due settimane - il tetto massimo al chiuso passa da 4 a 6 persone per tavolo.

Coronavirus, per saperne di più

Le mappe in tempo reale

L’andamento della pandemia e delle azioni di contrasto è mostrato in due mappe a cura di Lab24. Nella mappa del Coronavirus i dati da marzo 2020 provincia per provincia di nuovi casi, morti, ricoverati e molte infografiche per una profondità di analisi.
La mappa dei vaccini in tempo reale mostra l’andamento della campagna di somministrazione regione per regione in Italia e anche nel resto del mondo.
Guarda le mappe in tempo reale: Coronavirus - Vaccini

Gli approfondimenti

La pandemia chiede di approfondire molti temi, di saperne di più dall’andamento alle cause per proseguire con i vaccini. Su questi temi potete leggere le analisi, le inchieste, i reportage della nostra sezione 24+. Ecco tutti gli articoli di approfondimento

La newsletter sul Coronavirus

Ogni venerdì alle 19 appuntamento con la newsletter sul Coronavirus curata da Luca Salvioli e Biagio Simonetta. Un punto sull’andamento della settimana con analisi e dati. Qui potete iscrivervi alla newsletter

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti