ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùItalia protagonista

Il 29 agosto decolla Artemis 1, nuova missione Nasa sulla Luna

Già programmate altre due missioni: Artemis II, che effettuerà il primo test di volo attorno alla Luna con a bordo un equipaggio, e Artemis III che rappresenterà il ritorno vero e proprio dell’umanità sulla superficie della Luna

Spazio, verso la missione Artemis I, primo test verso la Luna

2' di lettura

Tutto pronto per la missione Artemis 1 e il lancio di un razzo Sls senza equipaggio con destinazione orbita lunare. La data scelta dalla Nasa è quella di lunedì 29 agosto; quando in Italia saranno le 14.33 al centro spaziale J. F. Kennedy, in Florida, decollerà il gigantesco vettore che porterà la capsula Orion, senza uomini a bordo, intorno alla Luna. In caso di maltempo o imprevisti la missione può contare anche su altre due finestre di lancio: venerdì 2 settembre e lunedì 5 settembre. Sarà il primo passo per il ritorno dell'esplorazione umana del nostro satellite

Il ritorno dell’uomo sulla Luna nel 2025 con Artemis III

Artemis 1 partirà dal complesso di lancio 39B del Kennedy Space Center di Cape Canaveral, lo stesso delle missioni Apollo che hanno segnato il primo passo dell’uomo sul nostro satellite naturale il 20 luglio 1969. La missione servirà come test sia per la navicella spaziale Orion che per il suo razzo Space Launch System (Sls) prima dei voli con equipaggio sulla Luna previsti per il 2025.

Loading...

La missione Artemis-1 farà dunque da apripista alle future missioni del programma Artemis che punta a riportare l’uomo e, per la prima volta, una donna sul suolo lunare. L’Agenda del ritorno alla Luna prevede infatti altre due missioni: Artemis II, che effettuerà il primo test di volo attorno alla Luna con a bordo un equipaggio, e Artemis III che rappresenterà il ritorno vero e proprio dell’umanità sulla superficie della Luna con l’allunaggio di astronauti e astronaute.

Pochi giorni fa la Nasa ha annunciato i 13 possibili siti della Luna su cui approderanno le donne e gli uomini della missione Artemis III. Si tratta di zone nei pressi del Polo Sud del nostro satellite naturale ed i 13 potenziali siti sono Faustini Rim A; Peak Near Shackleton; Connecting Ridge; Connecting Ridge Extension; de Gerlache Rim 1; de Gerlache Rim 2; de Gerlache-Kocher Massif; Haworth; Malapert Massif; Leibnitz Beta Plateau; Nobile Rim 1; Nobile Rim 2; Amundsen Rim.

Italia in prima fila grazie a cooperazione tra Asi e Pmi

Il nuovo programma lunare Artemis della Nasa è un programma che insieme all’Esa e all’Europa, vede a bordo anche l’Italia con un importante lavoro di cooperazione tra l’Asi-Agenzia Spaziale Italiana, l’industria italiana e le numerose piccole e medie imprese coinvolte in questo ambizioso programma internazionale. In una nota, l’Agenzia spaziale italiana (Asi) ricorda infatti che il nostro Paese avrà un ruolo da protagonista, a partire dal cubesat Argomoon, realizzato dalla torinese Argotec: si tratta dell’unico satellite europeo che andrà in orbita lunare. Un osservatore spaziale che riprenderà dall'esterno le tecnologie che voleranno sul vettore Sls. La partecipazione italiana a questo programma si sviluppa anche grazie al contributo e l’importante lavoro di cooperazione tra l’Agenzia Spaziale Italiana, l’industria italiana e le numerose piccole e medie imprese. Il coinvolgimento dell'industria parte da Leonardo e Thales Alenia Space che hanno realizzato alcuni componenti del modulo di servizio europeo (European Service Module) di Orion, prodotti per conto dall'Agenzia Spaziale Europea.


Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti