Forum Internazionale sostenibilità

Il 43% degli italiani acquista food in base all’impatto ambientale del packaging

I consumatori cercano pack più sostenibili, ma il 41% non è disposto a pagare di più

di Maria Teresa Manuelli

default onloading pic
Il 48% dichiara di aver smesso di acquistare prodotti che presentano eccesso di imballaggi

I consumatori cercano pack più sostenibili, ma il 41% non è disposto a pagare di più


2' di lettura

L'impatto ambientale del packaging è un fattore che influenza il 43% dei consumatori nella scelta dei prodotti alimentari. Il 48% dichiara di aver smesso di acquistare prodotti che presentavano eccesso di imballaggi, il 22% di aver ridotto l'acquisto di prodotti con imballaggio in plastica, il 23% di aver aumentato l'acquisto di prodotti sfusi.

I consumatori cercano confezioni più sostenibili, ma il 41% non è disposto a pagare di più e a questi si aggiunge un ulteriore 26% che dichiara una disponibilità molto bassa a sostenere un differenziale. Questo perché per il 99% dei consumatori è un dovere dell'industria e dei retailer produrre un impegno a proporre packaging a minor impatto ambientale.

I dati
Sono i principali dati dell'indagine Nomisma dell'Osservatorio Packaging del Largo Consumo, dedicati alle tendenze in tema di acquisto e consumo sostenibile, presentati al Forum Internazionale sulla sostenibilità della produzione industriale Packaging speaks green promosso da Ucima e Fondazione Fico , che si è tenuto il 20 e 21 febbraio a Bologna.

Dall’indagine emerge anche che in ambito food & beverage la sostenibilità del prodotto (prodotti eco-friendly, a basso impatto ambientale...) rappresenta oggi il secondo fattore (36% delle indicazioni) come driver di acquisto principale, dopo la qualità del prodotto (44% dei responsabili acquisti).

Ma quali sono gli attributi che per il consumatore rendono sostenibile un prodotto? Essere biologico (42% dei responsabili acquisto individua il marchio bio come principale espressione di sostenibilità), avere una confezione fatta con materiali riciclati o a basso impatto ambientale (37%), derivare da un processo produttivo che utilizza fonti rinnovabili (31%) o con basso consumo di energia/acqua (18%), che garantisce il giusto reddito a chi lo produce (24%).

Mentre quando si immagina un pack sostenibile i consumatori pensano a una confezione fatta con materiali degradabili (56%) o riutilizzabili (39%). Sul piano dei materiali, per il food il materiale più rispettoso dell'ambiente è la carta (indicata dal 47% dei responsabili acquisto). Per la categoria bevande nell'immaginario del consumatore sono vetro e cartone/brick a rappresentare i materiali più sostenibili (citati rispettivamente dal 64% e 26%), la plastica è in coda (4%).

Per approfondire
Il packaging sostenibile guida le scelte di spesa. Business da 6,5 miliardi

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti