tecnologia

Il battipista funziona ad idrogeno

di Nicola Brillo

2' di lettura

La Fondazione Cortina 2021 ha scelto il gruppo altoatesino HTI per le tecnologie al servizio degli atleti in gara. Il Gruppo High Technology Industries è protagonista a livello mondiale nel settore degli impianti a fune (con le società Leitner e Poma), dei battipista e veicoli cingolati (Prinoth), dell’innevamento programmato (Demaclenko) e dell’energia eolica (Leitwind). Nel 2019, per la prima volta in 130 anni di storia, ha superato il miliardo di fatturato.
«Siamo orgogliosi di poter contribuire alla buona riuscita dei Mondiali di sci alpino 2021 insieme alla Fondazione Cortina 2021 – ha dichiarato Anton Seeber, presidente del Gruppo Hti a cui le tre società fanno capo -. Questo evento ci offre la grande opportunità di far conoscere al mondo intero la magia di Cortina. Le nostre tecnologie innovative e i nostri prodotti dal design moderno e di elevatissima qualità contribuiranno concretamente a questo obiettivo».
Nell’area sciistica Tofane di Cortina, dallo scorso inverno è operativa la nuova cabinovia a dieci posti «Col Druscié» di Leitner. L’impianto sostituisce il primo tronco della storica funivia «Freccia nel cielo», che da cinquant’anni collega Cortina d’Ampezzo (1.224 metri) alla Cima Tofana, una delle più alte delle Dolomiti (3.244 m). Inoltre, Leitner ha da poco iniziato i lavori per la costruzione della cabinovia «Son dei Prade – Bai de Dones», composta da due sezioni, che collegherà le piste ai piedi delle Tofane con quelle delle Cinque Torri sul passo Falzarego. Questo intervento è strategico per lo sviluppo a lungo termine del turismo a Cortina, anche in considerazione dei Giochi olimpici del 2026.
Per la preparazione delle piste dei Mondiali sono stati scelti i battipista di Prinoth. Undici veicoli del modello Leitwolf e un battipista del modello Bison. Sarà anche possibile ammirare il nuovo Leitwolf h2Motion, il primo battipista a idrogeno e zero emissioni.
Nell’ambito dei preparativi per i Mondiali di sci 2021, Tofana Spa ha deciso anche di ampliare l’impianto di innevamento esistente. In totale Demaclenko ha fornito quaranta nuovi generatori di neve, tre stazioni di pompaggio, il software Snowvisual 4.0 e 91 pozzetti in calcestruzzo compreso il materiale di linea. Demaclenko ha potenziato con nuove macchine a ventola la Pista A del Col Druscié, sulla quale si disputeranno le gare di slalom e le prove a squadre, e la Pista B, pensata per l’allenamento degli atleti durante la competizione.
Numeri in crescita per il Gruppo Hti negli investimenti in ricerca e sviluppo (circa 30 milioni di euro l’anno) e dipenderti, che hanno superato quota 3.800.

Loading...
Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti