Cassazione

Il Billionaire risarcisce la cubista che si ferisce con una bottiglia

Violate le regole di sicurezza per non aver fatto rimuovere tempestivamente le bottiglie dai tavoli nel priveè dei clienti

di Patrizia Maciocchi

default onloading pic
(IMAGOECONOMICA)

Violate le regole di sicurezza per non aver fatto rimuovere tempestivamente le bottiglie dai tavoli nel priveè dei clienti


1' di lettura

La discoteca Billionaire di Porto Cervo deve risarcire la ragazza immagine che, scendendo dal muretto sul quale ballava, si ferisce ad una gamba con il vetro di una bottiglia caduta dai tavolini. La Cassazione (6370) ribalta la sentenza della Corte d’appello che aveva escluso la violazione delle regole di sicurezza da parte del responsabile del personale, perché la ragazza era stata invitata a scendere dal muretto, né c’era inadempimento del datore per non avere impedito che la dipendente ci salisse per ballare.

Rimuovere le bottiglie per evitare rischi
Diverso il parere della Cassazione. Il compito della lavoratrice era quello di ballare vicino ai clienti del priveè e il datore avrebbe dovuto eliminare le condizioni di rischio. Cosa che non era avvenuta visto che i tavoli erano ingombri di bottiglie, mentre avrebbero dovuto essere ritirate tempestivamente dai camerieri.

La sentenza

Visualizza

L’imprudenza del dipendente va messa in conto
Da qui l’inadempimento. La Corte d’Appello ha sbagliato a chiudere il caso limitandosi a definire imprudente la “cubista” per essere salita sul muretto: un’iniziativa considerata causa esclusiva dell’incidente. In questo modo - spiega la Cassazione - i giudici territoriali , non hanno rispettato l’articolo 2087 del Codice civile , che impone al datore di lavoro di prevenire anche i rischi legati alla possibile negligenza , imprudenza o imperizia del dipendente. Una regola che conosce la sola eccezione del ”rischio elettivo” che scatta per una condotta personalissima del dipendente, intrapresa volontariamente e per motivi personali, al di fuori dalle attività lavorative. E non è questo il caso, perché ballare era un’attività compresa nella prestazione lavorativa.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...