criptovalute da record

Il bitcoin balza al massimo storico: oltre 19.700 dollari, ora vale quanto JpMorgan

Dopo oscillazioni da paura guadagna più dell’8% in una sola giornata arrivando al picco mai raggiunto

di Pierangelo Soldavini

default onloading pic
Reuters

Dopo oscillazioni da paura guadagna più dell’8% in una sola giornata arrivando al picco mai raggiunto


2' di lettura

Il dollaro scivola ai mini da due anni a mezzo, mentre bitcoin balza al suo massimo storico, superando il record precedente toccato poco meno di tre anni fa, nel dicembre 2017, arrivando poco oltre 19.700 dollari, con un balzo di oltre l’8% solo nelle ultime 24 ore. Arrivando a valere oggi più o meno la capitalizzazione di JpMorgan.

Non che il rialzo del bitcoin sia legato alla flessione del dollaro. Ma in qualche modo ha un valore simbolico.

Loading...

Già settimana scorsa la criptovaluta più famosa aveva sfiorato il nuovo record, per poi crollare fino a 16.500 dollari, confermando in ogni caso la sua caratteristica congenita di strumento ad altissima volatilità. Poi le quotazioni si sono stabilizzate e nell’ultima giornata ha messo a segno un colpo di reni che l’ha portato a toccare il nuovo massimo storico a un passo da quota 20mila.

A questi livelli il guadagno tocca più del 170% da inizio anno, quando era scambiato poco sopra 7mila dollari, arrivando poi a toccare a metà marzo un minimo sotto quota 5mila.

Nel dicembre 2017 la corsa che l’aveva portato in meno di un anno da meno di mille dollari fino a quasi 20mila in una corsa speculativa senza precedenti era stata seguita da un crollo delle quotazioni che aveva fatto gridare allo scoppio della bolla per un o strumento che non avrebbe avuto alcun futuro. Nel giro di un mese il valore di bitcoin era più che dimezzato.

Questa volta lo scenario sembra però diverso. In questi tre anni le criptovalute, a partire dalla prima e più famosa, hanno attraversato un processo di maturazione che si è concretizzato in un mercato fatto di strumenti più sofisticati, a partire dai futures introdotti proprio a fine 2017 che oggi sono diventati un mercato strutturato, in attesa delle opzioni vere e proprie e di Etf che ne replichino l’andamento.

A dare il via all’’ultima rincorsa fino al nuovo record è stata la decisione di PayPal che dal 2021 accetterà bitcoin come strumento di pagamento, aprendo così più che altro la strada alla possibilità per i suoi clienti di aprire un wallet digitale per acquistare e conservare bitcoin in maniera semplice e trasparente.

Intanto a questi livelli il bitcoin ha raggiunto una capitalizzazione totale a sua volta record di oltre 360 miliardi di dollari, all’incirca il valore di mercato di un colosso di Wall Street come JpMrogan che tre anni demonizzava le criptovalute come una vera e propria frode. E che invece oggi si è ricreduta e ha puntato forte su questa asset class sotto la pressione del crescente interesse dei suoi clienti.

Ieri si è saputo che anche un investitore prudente come la Guggenheim Foundation ha deciso di investire quasi 500 milioni di dollari scommettendo sul bitcoin.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti