AnalisiL'analisi si basa sulla cronaca che sfrutta l'esperienza e la competenza specifica dell'autore per spiegare i fatti, a volte interpretando e traendo conclusioni al servizio dei lettori. Può includere previsioni di possibili evoluzioni di eventi sulla base dell'esperienza.Scopri di piùBorsa

Il blitz sulla Sondrio innesca il domino dell'M&A con Bper e Bpm

Popolare Milano corre, diventa favorita in M&A con Unicredit

di Andrea Fontana

(ANSA)

2' di lettura

La mossa del gruppo Unipol promette di dare una nuova scossa alle aggregazioni tra le banche italiane rendendo probabile una alleanza tra Banca Popolare di Sondrio e Banca Popolare dell'Emilia Romagna, mentre gli operatori di Borsa scommettono soprattutto su un futuro M&A per Banco Bpm. Sul listino l'impatto è però limitato dalla seduta sottotono del comparto bancario a livello europeo: le azioni Sondrio hanno rallentato dopo essere arrivate a segnare +6% nei primi scambi.

Unipolsai, controllata di Unipol, è salita al 6,9% dopo aver acquistato in una operazione ad hoc il 4% del capitale a 4,15 euro per azione, prezzo che ha riconosciuto pertanto un premio del 3,5% sulla chiusura precedente. Unipolsai però, nell'annunciare l'avvio dell'operazione - curata da Equita Sim - puntava a comprare il 6,7% e a salire fino al 9,5%. «Riteniamo che la mossa di Unipolsai riduca fortemente la contendibilità della banca, vista la presenza rilevante di un azionista industriale all`interno della base azionaria di BP Sondrio, e, a differenza di numerosi altri soggetti potenzialmente coinvolti nel consolidamento di settore, BP Sondrio non ha Dta trasformabili sulla base del Decreto Sostegni Bis in caso di fusioni tra banche, riducendo il numero di potenziali bidder della banca» è il commento degli analisti di Equita Sim secondo cui la mossa di Unipol incrementa «le probabilità di un deal tra Bper e Bp Sondrio».

Loading...

Secondo Bestinver, Unipol potrebbe aver incrementato la partecipazione in Bp Sondrio in vista di una aggregazione carta contro carta con Bper, in modo da non diluirsi eccessivamente nella nuova entità diventando l'azionista di riferimento del terzo gruppo bancario italiano. Lo stesso broker ragiona sulle valutazioni a cui la combinazione Sondrio-Modena potrebbe avvenire: il fair value della banca valtellinese, sottolinea l'analisi, potrebbe essere di 2,2-2,3 miliardi di euro (quindi +25% rispetto alla attuale capitalizzazione) portando a un concambio di 2,2 azioni Bper per ogni azione di Sondrio. Tuttavia, visto l'assetto azionario di quest'ultima, che è una banca popolare è facile immaginare che qualche socio attivista spinga per una offerta con una parte in contanti.

Secondo Bestinver immediati sarebbero i riflessi, se non altro speculativi, su Banco Bpm che, con Bper impegnata su Sondrio, diventerebbe il principale candidato a una aggregazione con Unicredit.

(Il Sole 24 ore Radiocor)

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti