ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùl'azienda di protezione dei bagagli

Il «bodyguard» dei bagagli raddoppia in Borsa. Safe Bag ora vuole il Nasdaq

di Andrea Fontana


default onloading pic

1' di lettura

Safe Bag raddoppia, almeno sulle Borse. Il cda di Safe Bag, leader nei servizi di protezione e rintracciamento bagagli per i passeggeri aeroportuali, ha conferito mandato al presidente per avviare le attività propedeutiche al double listing presso il mercato statunitense Nasdaq, mediante l’adesione ai programmi “American Depositary Receipt – Sponsored Level I” e “Nasdaq International Designation”, funzionali a permettere che i titoli Safe Bag vengano negoziati, con l’avallo e la sponsorizzazione della Nasdaq International Company, sul mercato statunitense. Sull'Aim Italia, le azioni balzano del 7,4%.

Avviato iter di 90 giorni per doppia quotazione
Si presume che il processo di double listing possa durare circa 90 giorni e, dunque, possa concretizzarsi entro fine luglio. «In seguito ad un incontro con i vertici del Nasdaq ci siamo convinti che il double listing su questo mercato possa essere la strada giusta per aumentare la liquidità sul titolo e favorire le operazione di M&A che abbiamo allo studio negli Usa» dichiara in una nota Rudolph Gentile, Presidente di Safe Bag.

Nel 2018 ricavi per 43 milioni di euro
Nel 2018 Safe Bag ha realizzato ricavi per 43,1 milioni di euro (in aumento di oltre il 40%, con un utile netto di 3,8 milioni di euro. Il cda ha proposto di distribuire un dividendo in natura agli azionisti, del valore complessivo di 1,3 milioni di euro, assegnando le azioni della controllata Sostravel.Com che è quotata a sua volta sull'Aim Italia.

(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus)

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti