ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùVia alla campagna anti inflazione

Il caro prezzi svuota i carrelli: -4,5%. Vince il cibo low cost, con i discount a +9,5% da gennaio ad agosto

A pesare sono anche i costi della logistica, spinti dal caro carburante, che nel caso della frutta e della verdura arrivano a incidere attorno a 1/3 del totale

L'inflazione rallenta, ma pesa il carrello della spesa

3' di lettura

«Il caro prezzi taglia del 4,5% le quantità di prodotti alimentari acquistate nel 2023 dagli italiani, che sono però costretti a spendere comunque il 6,9% in più a causa dei rincari determinati dall’inflazione». Lo segnala l’analisi di Coldiretti su dati Istat relativi al commercio al dettaglio nei primi otto mesi del 2023 rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. «La situazione di difficoltà - sottolinea la Coldiretti - è resa evidente dal fatto che volano gli acquisti di cibo low cost, con i discount alimentari che fanno segnare un balzo del +9,5% nel periodo gennaio-agosto nelle vendite in valore, il più elevato tra gli scaffali del dettaglio. Il risultato dei discount evidenzia la difficoltà in cui si trovano le famiglie italiane che, spinte dai rincari, orientano le proprie spese su canali a basso prezzo rinunciando anche alla qualità».

In difficoltà anche le imprese agricole colpite dal maltempo

Le difficoltà coinvolgono, segnala Coldiretti, anche «le imprese agricole colpite dal maltempo che ha decimato i raccolti e dai bassi prezzi che in molti casi non coprono neanche i costi di produzione con il rischio dell’abbandono di interi territori». A pesare sono anche i costi della logistica, spinti dal caro carburante, che nel caso della frutta e della verdura arrivano ad incidere attorno ad 1/3 del totale. Occorre lavorare per accordi di filiera tra imprese agricole ed industriali con precisi obiettivi qualitativi e quantitativi e prezzi equi che non scendano mai sotto i costi di produzione, come prevede la nuova legge di contrasto alle pratiche sleali e alle speculazioni”.

Loading...
Carrello tricolore, lo spot del ministero

Carrello tricolore: via alla campagna istituzionale

Via alla campagna di comunicazione istituzionale realizzata dal Ministero delle Imprese e del Made in Italy per promuovere il trimestre anti-inflazione. L’iniziativa del Governo che ha l’obiettivo di ridurre il peso degli aumenti che oggi gravano sul carrello della spesa era partita sottotono domenica scorsa, con i supermercati non ancora pronti ad evidenziare le offerte. Un carrello tricolore per evidenziare le offerte. Sul sito del ministero è possibile consultare l’elenco, regione per regione, degli esercizi che hanno aderito all’iniziativa.

C’è stata una fase di rodaggio

Il ministro delle imprese e del Made in Italy Adolfo Urso aveva spiegato dai microfoni di “24 Mattino” su Radio 24 che essendo la prima volta che c’è un iniziativa come il trimestre anti-inflazione «è chiaro che c’è una fase di rodaggio di qualche giorno», annunciando la partenza della campagna di pubblicità progresso il 6 ottobre: «allora i cittadini potranno davvero controllare sul bancone del carrello tricolore se i prezzi saranno mantenuti stabili e sarà incoraggiato il consumo e al contempo sarà favorita la spesa».

Carrello tricolore, a Roma tra i clienti: "Nessun particolare risparmio"

Uno spot per illustrare l’iniziativa

Nella sua prima fase, la campagna di comunicazione prevede la messa in onda di un messaggio di utilità sociale e di pubblico interesse sulle reti televisive e radiofoniche del servizio pubblico. Lo spot, spiega il ministero, ha l’obiettivo di illustrare ai consumatori l’iniziativa nata dall’accordo sottoscritto dalle 32 associazioni del mondo produttivo, della trasformazione e della distribuzione, che dal 1 ottobre e fino al 31 dicembre consentirà di offrire ai consumatori italiani una vasta gamma di prodotti di prima necessità, alimentari e non, per l’infanzia e di largo consumo a prezzi scontati e bloccati, per tutelare il potere d’acquisto delle famiglie ed evitare la cronicizzazione degli aumenti finora registrati a causa dell’inflazione.

Per entrare nelle case degli italiani tv, canali digitali e radio

La campagna pubblicitaria, attraverso tv, canali digitali e radio, entrerà nelle case degli italiani per far conoscere il “carrello tricolore”, il logo che rappresenta il trimestre anti-inflazione e contraddistingue i prodotti e i punti vendita aderenti all’iniziativa. Lo spot è visualizzabile nell’apposita sezione dedicata sul portale del Mimit (www.mimit.gov.it/anti-inflazione) dove sono riportati gli elenchi degli esercizi commerciali aderenti suddivisi per provincia, le principali informazioni e le faq.


Riproduzione riservata ©

loading...

Loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti