primo test in umbria il 27 ottobre

Il centrodestra si ricompatta alle regionali ma è ancora rebus candidati

Matteo Salvini, Silvio Berlusconi e Giorgia Meloni hanno trovato un'intesa di massima sullo “schema” delle candidature per le Regioni che andranno al voto nei prossimi mesi. Ma sui nomi il confronto è ancora aperto

di Andrea Gagliardi


default onloading pic

2' di lettura

D'ora in poi si marcerà “uniti” per tornare al governo, con candidati comuni alle prossime regionali e un “coordinamento” maggiore dell'azione dei gruppi parlamentari. Matteo Salvini, Silvio Berlusconi e Giorgia Meloni lo hanno scritto in una nota unitaria, dopo un vertice nel centro di Milano, nella casa ufficio del leader di Forza Italia in via Rovani. I tre con ogni probabilità, saranno insieme a Perugia, il 17 ottobre, per sostenere la candidatura di Donatella Tesei alle regionali in Umbria del 27 ottobre. Una conferenza stampa congiunta - fanno notare diverse fonti del centrodestra - che assume un valore politico unitario, visto che cade appena due giorni prima la manifestazione di Piazza San Giovanni a Roma, convocata dalla Lega.

PER APPROFONDIRE / La battaglia per le regionali: in un anno al voto in 23 milioni

È il tentativo di imprimere un nuovo passo all'opposizione di centrodestra e compattare le truppe. Nel vertice di via Rovani un'intesa di massima sembra essere stata raggiunta sullo 'schema' delle candidature per le Regioni che andranno al voto nei prossimi mesi, sulle quali comunque continuerà un confronto. Si parte con l'Umbria i prossimo 27 ottobre, per proseguire tra fine 2019 e inizio 2020 con Emilia Romagna e Calabria; nella primavera del 2020 toccherà poi a Veneto, Toscana, Campania, Puglia, Marche e Liguria. Una maratona che coinvolgerà 23 milioni di elettori (circa la metà del corpo elettorale).

LEGGI ANCHE / Bianconi, l'imprenditore di Norcia che preme per accelerare la ricostruzione

In Emilia Romagna(dove si voterà a gennaio 2020) Salvini difende la sua candidata Lucia Borgonzoni, ma Fratelli d’Italia ha manifestato dubbi e avrebbe avanzato la candidatura dell’ex azzurro Galeazzo Bignami. In Toscana per il centrodestra sembra scontata invece la candidatura dell'eurodeputata leghista ed ex sindaco di Cascina (Pisa) Susanna Ceccardi (fedelissima di Salvini). In Campania (dove si è parlato di Mara Carfagna) e Calabria dovrebbero essere scelti candidati di FI. In Liguria dovrebbe correre per un secondo mandato Giovanni Toti. Mentre a Fdi potrebbe andare la scelta del candidato nelle Marche e in Puglia. Ma si naviga ancora a vista sui nomi.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...