Il debutto in Italia GT Neo 2

Il ceo di Realme Europa: «Ecco come conquisteremo il mercato smartphone»

Debutta in Italia GT Neo 2, smartphone di fascia media c con ambizioni da primo della classe

di Gianni Rusconi

4' di lettura

È uno degli attori emergenti del panorama degli smartphone, e quello con la crescita più rapida negli ultimi dodici mesi. Realme non è (probabilmente) un brand ancora molto conosciuto in Italia ma occupa pur sempre il sesto posto del ranking mondiale dei produttori di telefonini intelligenti (e il quinto in Europa) e ha venduto nell'arco di soli tre anni dalla sua costituzione come spin off di Oppo, avvenuta nel luglio del 2018, oltre 100 milioni di unità. Suo, fra l'altro, è anche uno dei camera phone più potenti oggi disponibili in commercio, il realme 8 pro, con sensore posteriore da 108 megapixel.

Chip shortage: un problema reale e globale

La presentazione alla stampa italiana del nuovo modello GT Neo 2 è stata l'occasione per incontrare Madhav Sheth, Ceo di Realme Europa (e Presidente di Realme International Business Group). Al Sole24ore il manager ha confermato innanzitutto come la crisi dei chip sia un “problema reale che interessa tutte le industry” ma ha rassicurato al contempo come la sua azienda abbia una politica di frazionamento dei fornitori (Qualcomm e MediaTek i partner per i processori) tale da metterne al sicuro l'intera catena produttiva e di distribuzione e di conseguenza anche la strategia di espansione in Europa.

Loading...

Democratizzare la tecnologia

La filosofia di Realme, ha spiegato Sheth, regge su un preciso fondamento: democratizzare la rivoluzione del 5G (con una mirata strategia di prodotti entry e mid level) e la tecnologia mobile nel suo complesso, rendendo accessibile a un pubblico sempre più vasto e variegato una serie di smartphone con caratteristiche di fascia alta - in termini di prestazioni, usabilità e design - con un costo di fascia media. Il fattore convenienza è quindi un elemento centrale (ma non l'unico) dell'approccio al business della casa di Shenzen, che si traduce in una politica sui prezzi strettamente legata alle economie di scala. “La capacità di modellare, personalizzare e adattare la tecnologia alle esigenze e alle esperienze degli utenti – afferma ancora Sheth – è la vera leva che determina il posizionamento del prodotto sul mercato, e non il mercato in quanto tale”. Realme, all'atto pratico, amplierà ulteriormente il proprio già ricco portfolio di offerta all'utente finale, estendendolo dai 300 fino agli 800 euro e puntando a fare innovazione di prodotto rispetto a tre punti cardine: affidabilità, durata e praticità d'uso.

Un ecosistema smart basato su Android

«Il telefono, ha concluso Sheth, è l'hub e il pezzo pregiato di un ecosistema – basato su Android come cervello operativo e customizzato da Realme in termini di interfaccia utente, applicazioni, servizi e contenuti - che abbraccia più dispositivi intelligenti, dai tablet (con il debutto europeo del realme Pad) agli smart speaker, dai notebook alle Tv per arrivare agli indossabili (smartwatch e fitness tracker) e ai robot per la pulizia. Un ecosistema che entra in diretta competizione con quelli di altri due brand cinesi molto popolari in Italia, e cioè Huawei e Xiaomi, e che punta a catturare l'attenzione di un utente che “la pandemia ha reso più attento e informato».

La missione di Realme

L'obiettivo per il futuro prossimo è quindi già scritto: diventare una vera global company, arrivare nella top 3 europea degli smartphone entro la fine del 2022 e, per quanto riguarda l'Italia (dove l'azienda è attiva da dicembre 2019), raggiungere entro la fine del prossimo anno una quota di mercato del 10%, scalando verso l'alto una classifica di vendita che oggi la vede al quinto posto.

Il nuovo smartphone

In linea con i dettami della famiglia GT, anche l'ultimo nato di Realme si presenta al debutto europeo con tutti gli attributi, anche estetici, per reggere il confronto con gli smartphone di ultima generazione della concorrenza. In Cina, infatti, il GT Neo 2 ha già fatto colpo, avendo già raggiunto il traguardo del milione di unità vendute, e in Italia arriva con un prezzo di ingresso di 449 euro per la versione base con 8 Gbyte di Ram e 128 Gbyte di spazio di archiviazione e di 549 per quella più carrozzata con 12 Gbyte di memoria di sistema e 256 Gbyte di storage.

Il flagship killer

Realme lo presenta con l'etichetta di “flagship killer” e dalla sua questo smartphone ha in effetti il chip Snapdragon 870 5G di Qualcomm, un display Amoled FullHd+ da 6,62 pollici Hdr 10+, con refresh rate di 120 Hz e una luminosità di picco di 1300 nit (che consente di visualizzare chiaramente l'intero schermo anche in condizioni di luce intensa) e una batteria da 5.000 mAh (coadiuvata da un sistema di carica rapida per fare il pieno di energia in soli 36 minuti) che promette autonomia per tutto il giorno. Un mix di caratteristiche hardware di primo piano, dunque, che si completano con un corpo leggero (189 grammi) e molto curato nelle finiture e un comparto fotografico che combina una fotocamera principale con sensore da 64 MP pilotata dall'intelligenza artificiale (completano l'equipaggiamento posteriore un grandangolare da 8MP e una macro da 2MP senza autofocus) e una frontale da 16 MP con filtri di simulazione della pellicola. A bordo troviamo infine doppi altoparlanti stereo Dolby Atmos e unsistema di raffreddamento a vapore in acciaio inossidabile (per la dissipazione del calore) che dovrebbe scongiurare problemi a chi utilizza il telefono per diverse ore consecutive. Lato software, infine, il GT Neo 2 non porta in dote l'attesa nuova UI 3.0 ma la versione precedente con Android 11. Per il passaggio alla nuova release del robottino (e alla nuova interfaccia) è però solo questione di tempo.


Riproduzione riservata ©

Consigli24: idee per lo shopping

Scopri tutte le offerte

Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link, Il Sole 24 Ore riceve una commissione ma per l’utente non c’è alcuna variazione del prezzo finale e tutti i link all’acquisto sono accuratamente vagliati e rimandano a piattaforme sicure di acquisto online

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti