Retail

Il cioccolato Venchi corre all’estero: tra Cina e Giappone record di aperture

Ricavi 2019 a 100 milioni con una crescita a doppia cifra

di Enrico Netti

Il cioccolato Venchi si espande all’estero

2' di lettura

Dopo Berlino sbarcheranno a Shanghai e Tokyo le cioccogelaterie Venchi. Nell’arco di un mese la storica azienda piemontese apre all’estero quattro punti vendita e, secondo i piani, altri ne verranno inaugurati nei primi mesi del 2020: già previste altre 7 aperture tra Cina e Giappone. In tutto in nome di una strategia che mira a rafforzare La presenza all’estero: «In meno di un mese avremo aperto il primo negozio a Berlino, due store a Shanghai, che portano a 26 le nostre boutique in Cina, e uno a Tokyo che segna l’ingresso delle cioccogelaterie nel paese del Sol Levante - dice con orgoglio Daniele Ferrero AD di Venchi –. Nei primi mesi del 2020 abbiamo già previste 5 nuove aperture in Cina e 2 in Giappone, oltre ad altri 3 negozi in Italia».

Le location scelte sono sempre nei centri cittadini più iconici e attrattivi per vitalità e stile. Centrale la location del secondo punto vendita a Shanghai, che aprirà il 15 dicembre all’interno dell'International Trade Center nel cuore del «distretto del Design» della città e di quello di Tokyo, la cui apertura è prevista il 12 dicembre, nel quartiere di Ginza, che ospita tutti i flagship store dei brand italiani e del fashion più noti.

Loading...

A Berlino Venchi è all’interno dell’iconico department store del lusso KaDeWe, mentre a Shanghai colora il quartiere Xintiandi, l’elegante strada pedonale che ospita, all’interno di costruzioni tradizionali di inizio ’900, prestigiose gallerie internazionali, boutique e ristoranti. Entrambi sono stati aperti negli ultimi giorni di novembre, rispettivamente il 28 e 29.

«L’esperienza del brand inizia entrando nelle nostre boutique monomarca – dice Daniele Ferrero, ad di Venchi – ed è parte fondante della strategia della marca. Il nostro prodotto non è italiano solo per l’origine delle materie prime utilizzate. È italiano perché regala l’emozione dell’Italia: della bellezza, dell’allegria, della convivialità e certamente dell’eccellenza qualitativa. Siamo oltre il “made in Italy”, siamo all’ “experienced like in Italy”.

Venchi archivierà il 2019 con un giro d’affari di 100 milioni, con una crescita a doppia cifra sull’anno precedente, e un export che genera un terzo del fatturato.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti