COMPETIZIONI

Il CIR2020 parte dal Rally Roma Capitale. Ecco tutto quello che c'è da sapere

Il 24 luglio parte il campionato Italiano Rally e quello europeo con la gara di Roma. Una competizione a porte chiuse che vedrà gli equipaggi sfidarsi sulle quindici prove speciali per quasi 200 km cronometrati in tre giorni.

di Giulia Paganoni

default onloading pic

Il 24 luglio parte il campionato Italiano Rally e quello europeo con la gara di Roma. Una competizione a porte chiuse che vedrà gli equipaggi sfidarsi sulle quindici prove speciali per quasi 200 km cronometrati in tre giorni.


3' di lettura

La lunga attesa è ormai terminata e inizia il Campionato Italiano Rally con il Rally di Roma Capitale (24-26 luglio 2020). Castel Sant'Angelo sarà lo sfondo per la cerimonia di partenza dei campionati (italiano ed europeo) e del rally stesso. L'arrivo a Fiuggi. Numerosi gli equipaggi iscritti data la duplice validità della competizione, nazionale ed europea.

Rally a porte chiuse: partenza scenografica dal centro di Roma

Saranno 42 le vetture di classe R5, 32 quelle di classe Rally4, portate in gara dai migliori campioni d'Europa e d'Italia. Sarà davvero una gara tutta da seguire, seppure a porte chiuse. Nessuno spettatore potrà accedere a parco assistenza, riordino, direzione gara, partenza e arrivo e non saranno allestite zone media sulle prove speciali. Il primo appuntamento del Fia European Rally Championship (Erc) e del Campionato Italiano Rally (Cir) non mancherà però di emozionare, grazie ad una importante copertura di dirette streaming, collegamenti televisivi ed aggiornamenti social il cui palinsesto completo sarà confermato nei prossimi giorni.

I protagonisti in campo

I detentori del titolo italiano, Giandomenico Basso e Lorenzo Granai, alla prima gara con la Volkswagen Polo Gti R5, cercheranno di difendere lo scettro, ma non avranno vita facile. Tanti gli avversati da cui guardarsi, dal pilota russo vincitore 2018 Alexey Lukyanuk navigato da Dmitry Eremeev su Citroën C3 R5 al talento tutto italiano Andrea Crugnola con Pietro Elia Ometto, che con un'altra delle berlinette francesi, affidatagli da Citroën Italia, cercherà di proseguire la striscia positiva delle ultime settimane che lo ha visto trionfare al Rally del Casentino e al Rally della Lana, disputati proprio in preparazione proprio al Rally di Roma Capitale.Tra gli altri italiani spicca il nome di Umberto Scandola, che con Guido d'Amore ritroverà le strade del Rally di Roma Capitale dopo la doppia affermazione ottenuta nel 2015 e nel 2016. Belle speranze anche per Michelini-Perna, al debutto con la Volkswagen Polo GTI R5 che hanno appena vinto il Rally di Lucca, Bottarelli-Pasini (Škoda Fabia R5), Battistolli-Scattolon (Škoda Fabia R5), Rusce-Farnocchia (Citroën C3 R5) e Scattolon-Nobili (Škoda Fabia R5) vincitori della gara valida per il Cir nel 2018.Prima uscita della stagione anche per la pattuglia di Ford Fiesta gestite da Motorsport Italia che daranno vita alla sfida inaugurale del Campionato Italiano Rally Junior 2020 con tanti giovani di grande talento.

Scendono in campo anche le Wrc+, le auto del mondiale

Da non dimenticare il Rally Stars Roma Capitale, la gara riservata alle Wrc Plus che aprirà la manifestazione con una gara nella gara, con classifica a parte, data la potenza e la supremazia di queste auto. Il team ufficiale Hyundai Motorsport schiererà il suo pilota spagnolo Dani Sordo al volante della Hyundai i20 Coupé Wrc, mentre una seconda vettura clienti gestita da 2C Competition sarà affidata all'equipaggio francese Pierre-Louis Loubet. Grande festa per il debutto dell'italiano “Pedro” sulla Ford Fiesta Wrc ufficiale M-Sport con alle note Emanuele Baldaccini che dopo un anno e mezzo nel Wrc3 con la versione R5 della vettura preparata a Dovenby Hall porterà la vettura più evoluta sulle strade della gara italiana.

Programma della manifestazione

La gara prenderà il via venerdì 24 con la qualifying stage e lo shakedown, prima di fare rotta su Roma per la cerimonia di partenza e la passerella per le vie di Roma, in programma dalle ore 17:15. Le 15 prove speciali saranno invece condensate nelle giornate di sabato 25 e domenica 26 tutte nei dintorni di Fiuggi dove sarà allestito il parco assistenza e la direzione gara. Dopo quasi 200 km di prove speciali e un totale di circa 345 km di percorso, le auto da rally sono attese per l'arrivo, sempre a Fiuggi, nel tardo pomeriggio di domenica a partire dalle ore 18:00. Il Rally Stars Roma Capitale sarà il primo sul percorso, seguito subito dopo dal Rally di Roma Capitale.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti