La grande Paura

Il coronavirus nel mondo, la mappa del contagio

Oltre all’Asia e all’Europa, si registrano casi in Africa e Oceania. Un caso i Nigeria e uno in Nuova Zelanda

di Roberto Da Rin

Coronavirus, Cina: epidemia sotto controllo entro fine aprile

Oltre all’Asia e all’Europa, si registrano casi in Africa e Oceania. Un caso i Nigeria e uno in Nuova Zelanda


4' di lettura

La mappa del contagio da Coronavirus, necessariamente incompleta per la difficoltà di registrare i casi, è in continua evoluzione; oltre alla Cina, i Paesi più colpiti sono questi: Corea del Sud, Giappone e Iran.
Sono circa 83mila i contagiati, in tutto il mondo. E 2853 i morti.

Asia
La Cina ha riportato, nelle ultime ore, 44 nuove morti a causa del virus e327 casi aggiuntivi di contagio, il livello più basso da oltre un mese. Nel complesso, le vittime sono salite a 2.788, ha riferito la Commissione sanitaria nazionale (Nhc), quasi tutte relative all’Hubei, la provincia epicentro dell’epidemia. E i contagi sono poco meno di 79mila.

L'altro Paese duramente colpito è la Corea del Sud. Nelle ultime ore sono stati registrati 315 ulteriori casi: lo riferisce il Korea Centers for Disease Control and Prevention (Kcdc), secondo cui il totale nazionale dei contagi è salito a 2.337. Si intensifica l’allarme in Giappone su una espansione del coronavirus dopo la decisione del governo di tenere chiuse le scuole elementari e medie superiori a partire dal lunedì. Anche l'operatore del parco giochi Disneyland, a est di Tokyo e tra i complessi turistici più visitati al mondo, ha deciso la chiusura da domani, 29 febbraio, fino al 15 marzo. Il premier giapponese Shinzo Abe ha ordinato la chiusura di tutte le scuole elementari e medie superiori del Paese a partire da lunedì 2 marzo per almeno due settimane, per anticipare una diffusione a livelli allarmanti del coronavirus.

LA TRAIETTORIA DEGLI ALTRI PAESI
Loading...

Medio Oriente
L'Iran è il Paese più colpito in Medio Oriente, i contagiati sono 245, le autorità hanno deciso di annullare le preghiere del venerdì in tutte le principali città del Paese per via dell’emergenza causata dal coronavirus. Lo ha annunciato il ministero della Sanità secondo quanto riportato dalla Bbc. In Iran il bilancio dei morti è di 26 persone.

Europa
L'Italia vanta il triste primato di Paese con maggior numero di contagi, 650 persone e 17 morti. Mentre in Francia i contagiati sarebbero saliti a quota 38, secondo quanto annunciato dal ministro della Salute Olivier Veran, che ha parlato di «un aumento significativo».

In Germania i casi accertati sono almeno 60, a quanto riferiscono le autorità sanitarie. Le autorità tedesche, complessivamente ha messo in quarantena un migliaio di persone.

In Gran Bretagna sono 19 i contagiati, secondo gli ultimi aggiornamenti, 4 nelle ultime ore. Sono invece raddoppiati in Spagna i casi di coronavirus accertati, rispetto ai 12 di cui stamane ha parlato il ministero della Sanità. Sono saliti infatti a 24, anche se 2 sono stati già dimessi.


I casi verificati di coronavirus in Francia sono saliti da 18 a 38,
secondo quanto annunciato dal ministro della Salute
Olivier Veran che ha parlato di «un aumento
significativo». Ma è importante, secondo il ministro dell’Economia francese, «non cedere al panico economico».

Stati Uniti
Negli Stati Uniti i contagiati sembrano essere circa 70; non molti ma le polemiche divampano. Un cittadino con sindromi influenzali è andato in ospedale per farsi fare un tampone per il coronavirus dopo un viaggio in Cina, e ha ricevuto un conto di 3200 dollari. Negli Usa vi sono 90 milioni di persone senza assicurazione privata e ciò può determinare una diffusione del virus proprio per la indisponibilità dei cittadini a sborsare dollari per il test. In altre parole ciò può minare gli sforzi per controllare l'epidemia. «Se qualcuno ha sintomi influenzali vogliamo che cerchi assistenza medica- spiega Sabrina Corlette della Georgetown University -. Se hanno una di queste assicurazioni spazzatura , con troppe franchigie, e sanno che potrebbero essere costrette a pagare molto più di quanto possano permettersi, molti non lo faranno, e questo si traduce in un problema di salute pubblica».

Africa
Un caso di Coronavirus è stato confermato a Lagos, in Nigeria, sconfinata megalopoli di 20 milioni di abitanti. Il ministero federale della Sanità «conferma un caso di Covid-19 nello stato di Lagos. Questo caso, che è stato confermato il 27 febbraio, è il primo ad essere identificato in Nigeria dall'inizio dell'epidemia». Il ministero specifica che si tratta di un cittadino italiano che lavora in Nigeria, rientrato a Lagos da Milano il 25 febbraio. «Il paziente è in condizioni cliniche stabili e non presenta sintomi preoccupanti», ha assicurato il ministero, senza tuttavia fornire dettagli. Questa è la prima contaminazione ufficiale confermata nell'Africa sub-sahariana, finora apparentemente preservata dall'epidemia globale. Un altro caso è stato registrato in Algeria e 1 in Egitto.

America Latina
Il numero di casi sospetti di contagio da coronavirus in Brasile è passato da 20 a 132, secondo un nuovo bilancio annunciato dal governo, che ha ammesso che potrebbe ancora aumentare; i 213 altri casi notificati dalle strutture sanitarie dei diversi Stati non sono ancora stati analizzati dal dicastero federale.

Oceania
Primo caso di Coronavirus confermato in Nuova Zelanda: si tratta di una persona recentemente tornata dall’Iran, via Bali. Lo hanno annunciato le autorità. La persona contagiata, la cui identità e genere non sono stati specificati, ha circa 60 anni ed è stata ricoverata in ospedale ad Auckland. I funzionari hanno esortato tutti i passeggeri che erano sullo stesso volo atterrato ad Auckland mercoledì da Bali di contattare le autorità, se preoccupati per la loro salute. In Australia i contagiati sono 23.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...