VENERDì SU «il»

Il corpo messo a nudo

<b>IL, il maschile del Sole 24 Ore in uscita venerdì 28 giugno con il quotidiano</b> <br/>

di Nicoletta Polla Mattiot


default onloading pic

1' di lettura

Il corpo sportivo: allenato, potente, prestazionale. Quello di Gregorio Paltrinieri che si prepara ad affrontare i Mondiali di nuoto («Fisicamente siamo tutti forti, la differenza la fa lo stato mentale»). Quello degli atleti di tuffi dalle grandi altezze, che spiccano il volo da trampolini di venti metri.
Il corpo inventato: potenziato di effetti speciali al cinema, esibito più online che dal vivo, tirato dai filler nell'Italia quinta al mondo per trattamenti estetici.

Il corpo come secondo cervello, localizzato in organi e muscoli più sensibili che ipertrofici, più elastici che d'acciaio, in un nuovo culturismo del benessere.

Se l’estate mette a nudo, il numero 113 di IL, in uscita venerdì 28 giugno, mette il fisico al centro della riflessione: al tempo dei selfie e del pilates, della chirurgia plastica e del de-aging, che cosa resta del corpo?
Una serie di interviste e incontri ravvicinati raccontano dietro le quinte un'insolita passione di Quentin Tarantino, la vera paura di Jo Nesbø, la foto che ha cambiato la vita di Gilles Peterson.

Due gli speciali del numero. La sezione Agenda si allarga per abbracciare gli eventi estivi più interessanti, a partire dai concerti e i festival a impatto zero.

Anche la sezione Appendice raddoppia per un'estate in cui c'è più tempo per leggere. Protagonisti Gianni Biondillo, Ilaria Tuti, Giampaolo Simi, Piersandro Pallavicini, Luca Ricci che scrivono per IL cinque racconti inediti, fra thriller, memoir e storie di fantasmi, ambientati in camere d'albergo. In più la partecipazione speciale di Dacia Maraini e il suo “I viaggi hanno scritto la mia vita”.

    Loading...

    Newsletter

    Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

    Iscriviti
    Loading...